Apple presenta Beats Studio Buds, cugini stretti (ma non troppo) degli AirPods Pro

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Tommaso D'Antuono, Maurizio Chiarotto.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Senza troppi proclami, Apple ha appena aggiornato il catalogo Beats con i nuovi auricolari Studio Buds che, di primo acchito, si presentano come cugini low-cost (se così si può dire) degli AirPods Pro. La forma del case e il design degli auricolari non lasciano adito a dubbi sulla stretta parentela, che è evidente anche per le funzionalità similari: cancellazione del rumore attiva, modalità trasparenza e supporto per il Bluetooth di Classe 1, certificazione IPX4, possibilità di evocare Siri con "Hey, Siri".

Nella confezione sono presenti anche i gommini di diversa taglia per adattarli alle nostre orecchie, mentre lato software possono essere gestiti dalle Impostazioni di iOS o dall'app dedicata su Android. Buona anche l'autonomia, che arriva a 8 ore d'uso senza la cancellazione attiva e 5 ore d'uso con ANC. Gli auricolari si ricaricano nella loro custodia, che, a sua volta, può essere alimentata solo dalla sua porta USB-C, visto che manca la ricarica Qi.

Se, come me, stavate già gioendo pensando di poter acquistare un "clone" made in Cupertino di AirPods Pro a 149,50€, arriva la proverbiale doccia fredda: gli auricolari Beats Studio Buds non hanno il chip H1 e, secondo le prime recensioni, non brillano né per la qualità dei microfoni né per le performance della cancellazione attiva del rumore. Insomma, sembrano essere concepiti più per gli allenamenti ma non certo per le conversazioni o il completo isolamento dall'ambiente circostante. Peccato perché saranno disponibili anche in rosso e nero, colorazioni che mancano agli AirPods. Si potranno acquistare da questa estate.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.