Nikon Z fc: mirrorless classica e moderna in formato APS-C

Elegante e raffinata, con un look vintage e funzionalità moderne, è la Nikon Z fc. La seconda mirrorless APS-C della serie (la prima, la Z50, l'ho già recensita) pesca a piene mani nella tradizione della casa, un po' come fece a suo tempo la Nikon Df tra le reflex full-frame. Questa volta l'ispirazione arriva dalla FM2, a sua volta simile alla FE del 1978. Ma si tratta pur sempre di una mirrorless con attacco Z, anche se nel formato più piccolo, il DX.

Il corpo è in lega di magnesio, leggero e compatto (134 x 95 x 43 mm). I controlli meccanici prevedono le ghiere dei tempi e per la compensazione a destra del mirino, mentre quella per la sensibilità è a sinistra.

Al di sotto di questa si trova un selettore per la modalità operativa, ovvero per la selezione di M, A, S, P o Auto. Nikon ha anche inserito uno switch meccanico per il passaggio dal modo foto a quello video ed è l'unica cosa, insieme al pulsante Rec, a tradire l'essenza digitale della fotocamera nella vista superiore.

Interessante anche il piccolissimo display per avere visione diretta del valore di apertura impostato, seppure non funzioni a fotocamera spenta. Forse avrebbero potuto inserire anche la filettatura nel pulsante di scatto, ma lo dico più per lo stile che per necessità, dopotutto ormai si fa prima ad utilizzare le app da smartphone che il vecchio cavo per lo scatto remoto. Non mancano due rotelle per i parametri, una frontale ed una posteriore.

Sul retro trova spazio l'ampio schermo LCD da 3" con 1 milione di punti, touchscreen e completamente articolato. Il mirino è in posizione centrale, con l'iconico oculare tondo, ed è costituito da un pannello OLED con 2,26 milioni di punti. Manca un joystick per muovere il punto AF, ma si può usare lo schermo oppure il pad direzionale.

La messa a fuoco prevede 209 punti selezionabili con rilevamento di fase, possibilità di inseguimento complete con riconoscimento volto e occhio disponibile anche in modo video. Il sensore CMOS da 20,9 MP è in formato DX (APS-C) e cattura filmati fino alla risoluzione 4K @ 30p senza crop e fino a 120p in Full HD.

Non è presente un profilo log ma c'è quello flat di Nikon che è leggermente meno efficace nel mantenere la gamma dinamica ma molto facile da post-produrre. C'è l'ingresso audio in posizione comoda, che non intralcia lo schermo, e la possibilità di controllare i parametri direttamente dallo schermo con le dita quando si usa ribaltato per le auto-inquadrature. Manca l'uscita audio ma c'è tutto quello che serve per chi ama girare video, tant'è che sarà in vendita anche nel kit vlog con microfono Sennhesier MKE 200 e telecomando Bluetooth Nikon ML-L7.

La Nikon Z fc è priva di una impugnatura ergonomica ma lo spessore e la leggerezza dovrebbero garantire una presa sufficientemente salda. Esiste anche l'accessori GR-1 per estendere l'impugnatura ma il modello è più adatto per l'uso snello, insieme ad obiettivi compatti e leggeri. Il kit base prevede lo stesso 16-50 VR visto su Z50, ma in edizione silver, e ce n'è un secondo con il Nikkor Z 28 f/2,8 SE, ovvero un'edizione speciale di quello già presente ma con design vintage. Questo è, di fatto, un obiettivo per formato pieno, che sulla fc rende come un 42mm. Scelta insolita, se vogliamo, che potrebbe anche presagire l'arrivo in futuro di una Nikon Z FX con stile retrò.

La Nikon Z fc non è solo bella ma anche molto versatile. Considerando tutte le caratteristiche, è in grado di offrire al fotografo un'ottima qualità d'immagine, AF performante (migliore di Z50), controlli manuali ma anche automatizzati, un look riuscito e buone doti anche in campo video. Quello che manca, almeno per ora, è un buon parco lenti. Iniziano ad essere molte quelle per Nikon Z e c'è sempre l'opzione dell'adattatore FTZ per gli obiettivi reflex, ma sono entrambe soluzioni di ripiego, sia per costi che per dimensioni. Si può certamente partire dalle ottiche kit, ma la Z fc nasconde un potenziale decisamente superiore. Spero che Nikon la valorizzi nel breve termine con obiettivi DX compatti e di qualità, magari simili a quelli della serie WR f/2 di Fujifilm che hanno buona luminosità ed ottima nitidezza a prezzi contenuti.

La disponibilità è prevista per la fine di luglio mentre i prezzi attualmente noti sono:

  • Nikon Z fc solo corpo $959.95
  • Nikon Z fc + 16-50mm VR $1,099.95
  • Nikon Z fc + 28mm SE $1,199.95
Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram