WWDC 2021: HomePod mini in Italia entro l'anno e le altre novità

Il 2021 sarà l'anno dell'HomePod in Italia. Alla WWDC 2021, Apple ha ufficializzato l'arrivo anche nel nostro Paese del modello mini, l'unico al momento rimasto nella gamma, che seguirà entro l'anno il rilascio invece previsto per questo mese in Austria, Irlanda e Nuova Zelanda. Ma non è la sola novità presentata per la demotica di Cupertino, che coinvolge pure la Apple TV, vediamo più nel dettaglio.

Gli HomePod aumenteranno drasticamente il proprio ruolo di hub, agendo anche da intermediari per SharePlay, la nuova funzionalità integrata nei sistemi operativi Apple per condividere la riproduzione di contenuti tra più utenti, con un'ottica in questo caso prettamente familiare. Sempre riguardante il focolare domestico, ma più legata a tvOS 15 (che supporterà tutti i modelli dell'attuale versione) sarà il suggerimento di film e serie TV visibili da tutti i componenti della famiglia, inclusi i più piccoli. Presto potranno essere abbinate coppie di altoparlanti alla Apple TV per ricevere ed emettere l'output audio stereofonico proveniente da quest'ultimo dispositivo. Il supporto al protocollo Matter, cui collaborano anche Amazon e Google, permetterà l'utilizzo di Siri su dispositivi di terze parti (sempre sfruttando HomePod come agente intermedio). Sarà possibile visualizzare il feed dalle videocamere di sicurezza su Apple TV, con riconoscimento di persone, animali, oggetti e pacchi in consegna, e la funzionalità intercom degli HomePod potrà essere integrata con Apple Watch. A tutto ciò si aggiunge il già citato supporto alle chiavi di casa digitali nell'app Wallet, legato ad iOS 15.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.