Apple fa retromarcia sulle modifiche al design di Safari nella Beta 3 di macOS Monterey

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Riccardo Innocenti, Donatello Mancuso.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

C'è una regola aurea che vale sempre la pena rispettare: se non è rotto, non cercare di aggiustarlo. Nel software si è tentato varie volte di aggiustare qualcosa che non necessitava di pesanti modifiche. Pronunciare "Windows 8" in casa Microsoft provocherà tutt'oggi spaventi, memori di come male sia stata accolta la rimozione del menu Start, al punto di doverlo rimettere tre anni dopo in 10 a furor di popolo. La nuova versione di Safari che abbiamo visto alla WWDC 2021 non arriva a questi livelli di gravità, ma sicuramente ha ricevuto feedback tutt'altro che lusinghieri, specialmente su Mac. Il rinnovato design, che univa schede e indirizzi in una singola barra, è stato criticato anche dai più ferventi sostenitori della mela. L'arrivo delle prime Beta pubbliche ha solo aggravato la situazione, costituendo la goccia che fa traboccare il vaso. Alla fine Apple si è arresa all'evidenza, facendo marcia indietro nella Beta 3 di macOS Monterey rilasciata nelle scorse ore.

Non avendo installato Monterey Beta sul mio Mac non posso mostrare uno screenshot dal vivo della "nuova" interfaccia, appoggiandomi pertanto a quello di MacRumors come sopra. La barra degli indirizzi e quella delle schede sono state ripristinate nel pieno delle loro funzioni originarie, anche se l'aspetto non è completamente tornato quello del Safari che conosciamo in Big Sur. Dato che l'estetica continua a non essere il massimo, è plausibile che le prossime Beta apporteranno ulteriori affinamenti. Un passo falso da parte di Apple, pur nella buona fede di chi vuole introdurre novità importanti, che fortunatamente ha compreso e corretto in tempo senza intestardirsi. Si spera, tanto per rimanere tra i detti, che non ci sia il due senza il tre: era già avvenuto nel 2009, con Jobs ancora al comando, quando la Beta di Safari 4 introdusse un'interfaccia modificata, con le schede poste sopra la barra degli indirizzi (in stile Chrome, per intenderci). Entro la versione definitiva si tornò al vecchio design, anche allora a seguito delle pesanti critiche ricevute. I pochi sostenitori del design su singola barra potranno comunque continuare ad usufruirne disattivando l'impostazione predefinita per le barre separate dal menu Vista.

La retromarcia al momento riguarda solo macOS, coinvolgerà iPadOS in una delle prossime Beta. Nel frattempo, anche su iOS 15 sono stati apportati dei correttivi, dove la nuova UI di Safari non ha ricevuto una completa bocciatura ma più un "rimandato". Quando si inserisce un indirizzo nella barra, ora essa si pone subito sopra la tastiera e non si sposta più all'estremità superiore. L'opzione per ricaricare la pagina ora compare tra le opzioni rapide che si richiamano con una pressione prolungata sulla barra degli indirizzi; in orizzontale su iPhone e in entrambi gli orientamenti su iPad, il pulsante di ricarica compare direttamente nella barra come in precedenza.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.