iPad base, nona generazione, ancora best-buy?

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Riccardo Dalla Fontana, Andrea Pasqua, Data Brite, Nicola Modugno, Filippo Lelli Mami, Guido Brescia, Marco Borsò, Andrea Montagna, Emanuele Beffa, Antonio Fedele Martina, Roberto Stronati.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

L'iPad base è, da diversi anni, l'acquisto più semplice da fare per chi vuole un tablet. Non monta le ultime tecnologie ma è rodato, efficace, dà accesso a tutte le funzioni e costa relativamente poco. Per ottenere quest'ultimo tassello del puzzle si devono necessariamente riciclare alcune specifiche tecniche dai modelli vecchi di livello superiore, ma il bilanciamento è in generale positivo.

Inizio subito col riportare il mio rammarico primario che è quello di aver mantenuto lo schermo da 10,2" (con True Tone), mentre mi aspettavo si sarebbe passati al formato da 10,5" del vecchio Air. Il design è quindi il solito, con il Touch ID frontale, ma per le caratteristiche i miglioramenti ci sono, anche se non sono drammatici.

Abbiamo il SoC Apple A13 che offrirà performance superiori del 20% in generale, cosa che lo vede (secondo Apple) 3 volte più veloce della media dei Chromebook e 6 volte più veloce della media dei tablet Android. Proporzioni che lasciano il tempo che trovano ma che servono a far capire che, pur essendo il modello base, offre qualcosa in più degli altri modelli base (e che effettivamente costano di meno, va anche detto).

Migliora la camera principale, avvicinandosi alle specifiche di quella dell'Air, ma soprattutto Apple ha puntato a quella frontale, che è l'ultimissima generazione con 12MP e angolo di campo da 122° per poter usare la funzione Center Stage. L'idea è giusta, direi, perché è un dispositivo interessante per la didattica e per tutto quello che riguarda la comunicazione semplice, dunque ci sta l'accento sulle videochiamate.

Diciamo che la cosa più interessante da dire sta sicuramente nel prezzo, con una base da 389€ che vede raddoppiare lo storage, partendo da più validi 64GB. Si passa a 559€ per la versione da 256GB, anche se mi sembra poco appetibile in generale. Le versioni Cellular sono da 529€ (64GB) e 699€ (256GB). Due sole le colorazioni, argento e grigio siderale, mentre il preordine è già in corso e la consegna sarà la prossima settimana. Presenti ovviamente gli sconti per il settore Educational, sempre molto a fuoco su questa linea di iPad base.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram