Tante novità per Fujifilm: GFX 50S, X-T30 II e nuovi 23mm e 33mm F1.4 R LM WR

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Luca Rosano, Lorenzo Rossini.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Durante l'odierno il Fujifilm Summit 2021 c'è stata la presentazione di tante novità per i sistemi mirrorless della casa, quindi sia quello X che GFX. Partiamo subito da quest'ultimo con un nuovo modello di fotocamera che farà senz'altro discutere nei prossimi mesi: la Fujifilm GFX 50S II.

Questa fotocamera è l'evoluzione del famoso primo modello medio formato che Fujifilm ha proposto nell'ormai lontano 2017 (recensione) e porta con se tantissime migliorie derivate dalla sorella maggiore GFX 100S. Innanzitutto il corpo è più piccolo e pesa 900g anche se è completamente tropicalizzato. Il sensore rimane lo stesso del modello che sostituisce ma è stabilizzato (fino a 6,5 STOP) e ha un migliore sistema di messa a fuoco automatica (sempre per contrasto) grazie all'utilizzo del collaudato processore di immagine X-Processor 4. Però probabilmente non saranno le caratteristiche tecniche, o almeno non solo, a destare la curiosità di professionisti e amatori evoluti per questa fotocamera ma sarà il prezzo di listino: la GFX 50S II sarà disponibile dalla fine di settembre a 4095€ per il solo corpo oppure a 4595€ per il kit con il nuovo obiettivo GF35-70 F4.5-5.6 WR.

E proprio questa è la seconda novità odierna, il Fujinon GF35-70 F4,5-5.6 WR. È un obiettivo zoom estremamente compatto e leggero (se pensiamo che funziona con mirrorless medio formato) ed infatti pesa solo 390g. È tropicalizzato ed offre prestazioni AF ad alta velocità, inoltre è adatto per una fotografia dinamica e a mano libera grazie alle sue ridotte dimensioni. L'obiettivo sarà disponibile da fine novembre 2021 ad un prezzo di 1025€

Per quanto riguarda il sistema GFX è tutto, ma Fujifilm oggi ha presentato anche una fotocamera e 2 obiettivi per la serie X e partiamo subito con la Fujifilm X-T30 II. A memoria è la prima volta che vediamo un'appendice numerica dopo il nome di un modello in casa Fujifilm ed infatti la nuova macchina è un'evoluzione della precedente sia sotto il punto di vista hardware che, sopratutto, software. Si conferma l'accoppiata vincente con il sensore da 26,1MP e il processore X-Processor 4, il singolo slot di memoria e la possibilità di registrare video 4K a 30fps. La X-T30 II sarà disponibile da ottobre a 929,99€ per il solo corpo (costa meno del modello che sostituisce) oppure 1069,99€ per il kit con obiettivo 15-45mm o ancora 1329,99€ per il kit con obiettivo 18-55mm.

Oltre alla fotocamera sono stati presentati due obiettivi molto attesi e parliamo del Fujinon XF23mmF1.4R LM WR e del Fujinon XF33mmF1.4R LM WR. Queste lunghezze focali erano già coperte nel sistema Fujifilm ma i nuovi obiettivi vanno a migliorare completamente le prestazioni di quelli che vanno a sostituire. Sono tropicalizzati e dispongono entrambi del nuovo motore lineare per una messa a fuoco più veloce e precisa. Entrambi hanno schemi ottici rinnovati e pensati per migliorare le prestazioni di nitidezza e potere risolvente, anche alla massima apertura.

Il 23mm sarà disponibile da Novembre 2021 ad un prezzo indicativo di 999,99€, mentre il 33mm sarà disponibile da fine settembre ad un prezzo suggerito di 849,99€.

L'evento è terminato con l'annuncio di ben 5 nuove lenti in sviluppo e si tratta del GF 55mmF1.7, del GF20-35mm e di una generica lente tilt/shift per il sistema GFX che arriveranno tra il 2022 e il 2023. Per quanto riguarda il sistema X arriveranno due lenti zoom: XF18-120mm e l'XF150-600mm. Quest'ultimo sarà anche l'obiettivo con la focale più lunga disponibile per il sistema X ed entrambi sono previsti per il 2022.

Massimiliano Latella

Guest Editor - Fotografo matrimonialista, suono il Basso e la tecnologia è il mio leitmotiv.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.