NVIDIA rende open source i driver Linux... in parte

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Fabio Di Rezze, Giovanni Tonini, Alberto Nonnis, Alessandro Sandrin, Umberto Facchin, Antonello Cattide.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Ieri è avvenuto qualcosa che, in tutta sincerità, nessuno si aspettava: NVIDIA ha reso open source i driver Linux per le sue schede video. Gli stessi sono stati rilasciati su GitHub con un licenza mista GPL/MIT e nel comunicato stampa viene descritta l'attuale compatibilità con le principali distribuzioni. Non è ancora chiaro se questa novità sia collegata all'attacco hacker che l'azienda ha subito in marzo, ma il fatto che fosse stata ricattata proprio per rendere i driver open source collega inevitabilmente i due eventi. Tuttavia, questa novità non può che far bene alla stessa azienda.

Negli ultimi anni AMD sta acquisendo più rilevanza nel mondo Linux per tutte le attività di Machine Learning anche per il fatto di avere driver open source da usare su ogni sistema, mentre con NVIDIA il supporto più sicuro si trovava solo su Ubuntu. Alla lunga questo scenario avrebbe potuto minare la predominanza di NVIDIA, per questo il recente cambio di rotta si tradurrà quasi certamente in un vantaggio strategico nel lungo periodo, anche se fosse stato indotto dagli hacker. Considerando la tradizionale politica della casa, questo momento verrà certamente ricordato come un passaggio molto importante nella sua storia e per l'intero settore.

[AGGIORNAMENTO] A seguito del rilascio, alcuni indizi suggeriscono che in realtà NVIDIA abbia reso pubblica solo una parte dei driver, spostando parte delle funzioni nel firmware delle GPU.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.