Con iOS 16 anche gli iPhone con il notch avranno la percentuale batteria visibile

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Eric Festa, Luigi Carlo Vasi.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Ebbene sì: dopo una lunghissima attesa, la percentuale batteria fa capolino negli iPhone più recenti. Questa caratteristica non è mai stata rimossa dagli smartphone con il vecchio design e il Touch ID, dove la barra di stato superiore è completamente libera, ma non era mai stata inserita nei modelli a partire dall'iPhone X, con il notch che ne riduce l'area superiore. Perché Apple non l'abbia fin da subito inserita all'interno dell'icona batteria non è dato saperlo, ma nell'ultima beta di iOS 16 per sviluppatori c'è, con un toggle nelle Impostazioni per disabilitarla.

Forse l'imminente arrivo degli iPhone 14 Pro e del loro "notch rivisitato" ha spinto i designer di Apple a ripensare quella parte dell'interfaccia, rendendosi conto che inserendo la percentuale all'interno dell'icona non si sarebbe occupato spazio in più. E non era neanche così difficile da immaginare, visto che altrove è una pratica molto diffusa.

A sinistra il notch tradizionale, a destra quello previsto per gli iPhone 14 Pro

Comunque, si tratta pur sempre di un aggiornamento "made by Apple", quindi siate preparati alle note dolenti. Al momento la funzione non è presente sugli iPhone con schermi di bassa risoluzione (ad esempio XR o 11) e neanche in quelli con display molto piccoli (iPhone 12/13 mini) e non sappiamo se le cose cambieranno in futuro.

Vi ricordo che iOS 16 in versione definitiva sarà distribuito in autunno, insieme all'arrivo degli iPhone 14, presumibilmente a fine settembre. iPadOS 16, invece, sembra essere stato rimandato almeno di un mese, per uscire in contemporanea con macOS Ventura (e forse nuovi Mac) ad ottobre.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.