C'è fermento nel settore delle action camera, dopo l'annuncio della nuova DJI Osmo Action 3 ora è il turno di GoPro che presenta una doppietta di action camera: GoPro Hero 11 Black e GoPro Hero 11 Black Mini. Le nuove action camera condividono tutte le specifiche tecniche, ma la mini rinuncia allo schermo per ottenere dimensioni inferiori.

Partiamo quindi proprio dalle caratteristiche tecniche che vedono l'introduzione di un nuovo sensore fotografico da 27MP con la particolarità di avere come form factor 7/8 (invece del classico 3/4 di questa serie). Questo consente di registrare video in 5,3K a 60 fotogrammi al secondo in 10 bit, oppure video in verticale o quadrati permettendo di scegliere il ritaglio ideale per l'uso che ne vogliamo fare.

Novità anche per la stabilizzazione con l'introduzione di Hypersmooth 5.0 che si occupa di stabilizzare in automatico le riprese scegliendo anche la quantità di stabilizzazione necessaria in base alla velocità dei movimenti o, ancora, è possibile bloccare l'orizzonte anche in caso di ribaltamento completo della action camera.

Le funzionalità aggiuntive sono sempre di più, si passa dallo slow motion 8x alle foto da 27MP, dalla funzionalità Star Trail al light painting, dalle funzioni di pre-rec alla possibilità di impostare un'acquisizione temporizzata.

La nuova GoPro Hero 11 Black è già disponibile per l'acquisto sul sito GoPro a 449,98€ mentre la piccola Hero 11 Black Mini sarà disponibile dal 25 Ottobre ad un prezzo di 349,98€. In realtà è stato presentato anche un bundle che include la GoPro Hero 11 Black, l'unità multimediale, l'impugnatura, una luce e la batteria enduro e questo pacchetto prende il nome di Hero11 Black Creator Edition disponibile da subito a 659,98€

Massimiliano Latella

Guest Editor - Fotografo matrimonialista, suono il Basso e la tecnologia è il mio leitmotiv.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.