iPhone 16 senza Lightning? La direttiva Europea impone USB-C

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Matteo De Pietra, Marco Testa.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Ieri il Parlamento Europeo ha approvato una direttiva stabilendo che smartphone, tablet e fotocamere vendute nell'Unione Europea dovranno adottare una porta di ricarica USB-C entro la fine del 2024. Con 602 voti a favore e solo 13 contrari, è stato anche stabilito che entro la primavera del 2026 l'obbligo si estenderà anche ai computer portatili.

Guardando al mercato interno all'EU, si può già notare che la stragrande maggioranza dei dispositivi elencati dispone già di una porta di ricarica USB-C, che da qualche anno ha sostituito la precedente microUSB pressoché ovunque. Rimane ancora qualche prodotto di importazione a basso costo che la usa, ma è sempre più raro.

iphone7-earpods-lightning

L'unica grande eccezione è dunque rappresentata da Apple e più precisamente dagli iPhone dotati di porta Lightning. La stessa si ritrova anche nell'iPad base, ma è già noto che sarà sostituita con USB-C nell'imminente redesign previsto per questo autunno.

Cosa farà Apple in proposito non è ancora del tutto scontato, perché se anche la presenza della porta Lightning appare in contrasto con la direttiva, la stessa specifica che "con le nuove regole il consumatore non avrà più bisogno di un differente caricatore ogni volta che acquisterà un nuovo dispositivo", cosa che in realtà avviene già oggi visto che l'alimentatore degli iPhone ha comunque una porta USB-C ed è il cavo a possedere la presa Lightning all'altro capo.

Prendete queste parole per quel che sono, ovvero semplici ragionamenti di un non addetto ai lavori, e dopotutto c'è anche chi sostiene che Apple salterà completamente questo passaggio eliminando la porta fisica dall'iPhone 16 (come già fatto per il jack delle cuffie). Personalmente sono un po' restio a prendere una posizione netta perché non ho problemi con la porta attuale degli iPhone, se non per il fatto che si usi la velocità della USB 2.0 quando via Lightning si potrebbe gestire anche la USB 3.0. Di sicuro la direttiva va nella giusta direzione ed è anzi in ritardo rispetto al mercato. Ve ne riporto di seguito un breve estratto.

By the end of 2024, all mobile phones, tablets and cameras sold in the EU will have to be equipped with a USB Type-C charging port. From spring 2026, the obligation will extend to laptops. The new law, adopted by plenary on Tuesday with 602 votes in favour, 13 against and 8 abstentions, is part of a broader EU effort to reduce e-waste and to empower consumers to make more sustainable choices.

Under the new rules, consumers will no longer need a different charger every time they purchase a new device, as they will be able to use one single charger for a whole range of small and medium-sized portable electronic devices.

Regardless of their manufacturer, all new mobile phones, tablets, digital cameras, headphones and headsets, handheld videogame consoles and portable speakers, e-readers, keyboards, mice, portable navigation systems, earbuds and laptops that are rechargeable via a wired cable, operating with a power delivery of up to 100 Watts, will have to be equipped with a USB Type-C port.

All devices that support fast charging will now have the same charging speed, allowing users to charge their devices at the same speed with any compatible charger.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.