Sony FE 70-200mm F2.8 GM OSS II: l’obiettivo ideale per foto e video

Lo scorso anno Sony ha lanciato sul mercato il Sony FE 70-200mm F2.8 GM OSS II, la seconda edizione di un obiettivo molto ricercato che ha saputo stupire per le eccellenti migliorie a livello tecnologico ed ottico.

Il nostro test ha evidenziato un'eccellente risoluzione, dovuta al nuovo schema ottico più raffinato e costituto da elementi di migliore qualità rispetto alla precedente generazione. In particolare ci sono  lenti speciali capaci di ridurre al minimo le aberrazioni cromatiche e sferiche, oltre al trattamento Nano AR Coating II contro i riflessi.

Il bokeh, elemento fondamentale per questi teleobiettivi, si è rivelato eccellente, grazie ad un’ottica raffinata e un diaframma ad 11 lamelle che regala uno sfocato pastoso sia in primo piano che sullo sfondo. Inoltre, anche il fenomeno del flare è particolarmente contenuto su tutta l’escursione focale.

Il Sony FE 70-200mm F2.8 GM OSS II è un obiettivo veloce e reattivo grazie ad un sistema AF basato su 4 motori lineari XD, che rendono il cambio fuoco letteralmente fulmino: ben 4 volte più veloce del modello precedente e notevolmente più efficace nel tracking dei soggetti.

Anche il focus breathing – ovvero la variazione dell’angolo di campo in base alla distanza di fuoco – è piuttosto contenuto, così come lo è il focus shift – ovvero modificando lo zoom l’obiettivo riesce a mantenere con buona efficacia il soggetto precedente a fuoco.

E per chi ama i primi piani stretti o intende utilizzare l’obiettivo Sony per Still Life, è certamente ottima la distanza minima di messa a fuoco di 40 cm alla minima lunghezza focale di 70mm e 82 cm in quella più estesa di 200mm.

Insomma, ogni elemento ottico del nuovo obiettivo è studiato per offrire la massima qualità d’immagine, ma le modifiche strutturali non sono da meno.

Il Sony FE 70-200mm F2.8 GM OSS II presenta una ghiera AF più piccola e quella di zoom più avanzata, così da recuperare spazio per poter alloggiare una nuova e comodissima ghiera delle aperture. C’è inoltre il classico selettore Iris Lock per evitare di passare involontariamente dalle aperture manuali a quella automatica.

Degno di menzione è anche lo switch Full Time DMF, che permette al fotografo di intervenire con il fuoco manuale anche se è attivo il tracking AF-C, così da indirizzare la camera in modo diretto e rapido se necessario. Lo switch di stabilizzazione su Modo 3 serve invece per accentuarne l’efficacia durante l’inseguimento di soggetti rapidi.

Il Sony FE 70-200mm F2.8 GM OSS II non è solo un miglioramento a tutto tondo rispetto la prima generazione, ma rappresenta anche uno fra i più riusciti teleobiettivi di sempre con queste focali. Senza contare che pesa solo 435 grammi, cosa che lo rende il più leggero al mondo nella sua categoria. Di certo una risorsa eccellente per i fotografi in ogni ambito che sia sportivo o naturalistico, ma anche per ritratti, moda e foto in studio.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione.