Apple contribuisce alla realizzazione del Qi2 e sarà compatibile con MagSafe

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Paolo Cinalli, Federico Tonello.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Al CES è arrivata una importante notizia dal Wireless Power Consortium (WPC), responsabile dell’attuale standard di ricarica Qi, ovvero una seconda generazione realizzata in collaborazione con Apple.

La ricarica wireless Qi Certified presente in moltissimi smartphone, si appresta al suo primo reale miglioramento da quando è stata messa in circolazione. La generazione definita Qi2 avrà un profilo magnetico che consentirà ai prodotti compatibili di agganciarsi tra di loro per migliorare l'efficienza della ricarica. E questo profilo sarà compatibile con il MagSafe.

Attualmente i prodotti che vogliono essere certificati MagSafe devono pagare una tariffa ad Apple, esattamente come tutti quelli MFi, ma in futuro potranno abbinarsi ai Qi2 Certified, riducendo le entrate in quel di Cupertino. Apple ha lavorato a stretto contatto con il WPC per ottenere questo risultato, ma ha anche tenuto per sé alcune esclusive; molto probabilmente la comunicazione via NFC che rende possibile allo smartphone di identificare l'accessorio connesso e mostrare la rispettiva animazione. Tolto questo, i due standard saranno compatibili dal punto di vista dell'attacco, quindi avremo molti più accessori in circolazione e altri smartphone con quello che, nella sostanza, si comporterà come il MagSafe.

Già in passato Apple ha contribuito alla realizzazione di importanti standard, ad esempio per il formato USB-C, ma in quel caso la notizia ci è arrivata tramite canali ufficiosi. Questa volta il suo apporto è stato reso ufficiale fin da subito.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione.

Commenti controllati Oltre a richiedere rispetto ed educazione, vi ricordiamo che tutti i commenti con un link entrano in coda di moderazione e possono passare diverse ore prima che un admin li attivi. Anche i punti senza uno spazio dopo possono essere considerati link causando lo stesso problema.