Nikon Z8: l’ibrida definitiva unisce velocità e risoluzione

Nikon ha annunciato una nuova fotocamera, progettata per catturare l’attenzione del mercato grazie a specifiche da vera top di gamma. La Nikon Z8 si può considerare come una Z9 in un corpo più compatto, dato che mantiene quasi tutte le specifiche della sorella maggiore ma senza il battery grip integrato. La camera rimane sufficientemente ampia per essere impugnata anche con mani grandi, ma riesce così ad essere molto più leggera e trasportabile. Il lato negativo è che usando le singole batterie EN-EL15c, l’autonomia è più contenuta: 340 scatti secondo lo standard CIPA.

È tropicalizzata, anche se con una quantità di guarnizioni inferiore rispetto alla Z9, rendendola più simile alla D850 (che si è comunque rivelata un discreto carro armato in ogni situazione).

Il sensore stacked da 45.7MP mantiene le sue ottime qualità in termini di stabilizzazione, risoluzione e velocità di lettura, raggiungendo un tempo di scatto di 1/32000 di sec grazie all’otturatore interamente elettronico. L’assenza di un otturatore meccanico può essere un problema con alcuni tipi di flash, ma in generale qui non si soffre di problemi come il rolling shutter e si riesce a scattare con tempi così rapidi da rendere spesso inutili i filtri ND.

A differenza di Z9 qui abbiamo solo uno slot CFexpress Type B ed un secondo SD UHS-II, sicuramente più pratico ed economico. Questo porterà ovviamente un piccolo limite nelle prestazioni di scatto a raffica, ma rimane una valida scelta per risparmiare.

La velocità massima è di 20fps in RAW+JPG, che sale a 30fps in solo JPG e, ancora, a 60fps con crop DX (APS-C) e a 120fps con JPG da soli 11MP. Il buffer sembra avere le stesse prestazioni di quello di Z9 usando la CFexpress.

Il mirino elettronico da 3,68 milioni di punti e il display 3,2″ da 2 milioni di punti sono gli stessi della Z9, così come il meccanismo a doppia articolazione piuttosto flessibile per scatti da ogni angolazione. La messa a fuoco è quasi identica a quella della sorella maggiore, con l’unica eccezione dell’assenza del rilevamento di aeroplani. Oramai è piuttosto valida anche nel video, risultando solo leggermente più incerta rispetto alle migliori implementazioni di Canon e Sony.

Sul fronte video, abbiamo praticamente le stesse specifiche di Z9, con ampie disponibilità di formati fino all’8K/24p con ProRes 422 HQ, H265, H.264 e profili N-Log o HLG. Inoltre, è possibile registrare internamente in N-Raw 8,3K/24-60p o in ProRes RAW 4,2K/24-120p.

Tra le connessioni spiccano le due USB-C, così da destinarne una solo alla ricarica ed una allo scambio dati. La Nikon Z8 sarà disponibile dal 25 maggio con un prezzo di 4599€ per il solo corpo, oltre che con una serie di kit che troverete presso gli store segnalati.

Puoi prenotare e acquistare i prodotti dal nostro partner RiflessiShop.com, rivenditore autorizzato di tutti i principali brand legati al mondo della fotografia e del video. Usando il codice SAGGIOSCONTO otterrai un 5% di sconto (non cumulabile con altri codici). Lo store offre assistenza specializzata pre-post vendita, restituzione entro 14gg, spedizioni gratuite da 150€ e diverse modalità di pagamento sicure e agevolate, tra cui la suddivisione in 3 rate senza pratiche e interessi di Klarna. Riflessi Shop ha una valutazione Eccezionale su TrustPilot e potete anche visitare la sede dello store a Torino, in Via Nizza 143/d.

Alcuni link presenti nell'articolo possono presentare codici di affiliazione con i partner sponsorizzati.
Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione.