WWDC24: inizia l’era di Apple Intelligence e riscrive le regole

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Alessandro Rodolico, Riccardo Peruzzini, Michele Castelli, Giacomo Fortunati, Roberto Ferrero, Riccardo Saettone, Giorgio Zamariola, Alessandro Tognoni, Roberto D'Orta, Andrea Armellin, Pierpaolo Lambrini.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Dopo tanto rumoreggiare, Apple ha approfittato del keynote introduttivo della WWDC24 per presentare, accanto alle nuove versioni di tutti i suoi sistemi operativi, anche l'”AI per il resto di noi” e, cioè, Apple Intelligence. Nel momento in cui scrivo, le brutte notizie sembrano essere sostanzialmente due: la prima è che sarà disponibile da questa estate solo negli Stati Uniti e, quindi, le altre lingue supportate verranno annunciate il prossimo anno, la seconda è che Apple la introdurrà solo sui dispositivi con SoC A17 Pro (cioè solo gli iPhone 15 Pro) e su tutti i dispositivi con Apple Silicon, da M1 in poi. Tanto perché solo gli accennati SoC hanno le opportune capacità per elaborare i dati in locale e per interfacciarsi con il Personal Cloud Compute.

Vi lascio al video di Maurizio per gli approfondimenti del caso, mentre qui di seguito trovate il solito riassunto testuale delle novità appena presentate, ricordandovi che da oggi saranno disponibili le developer beta di tutti i sistemi operativi, mentre da Luglio le beta pubbliche.

AppleTV+

  • Ha i migliori contenuti originali secondo la critica e gli utenti da tre anni a questa parte
  • Nuovi contenuti originali in arrivo (film e serie con grandi attori

visionOS 2

  • 2.000 app nello store specifiche per visionOS
  • App Foto 
    • Le foto sono rielaborate tenendo conto di ciò che percepisce ciascun occhio, e quindi guadagnano un effetto 3D e di profondità grazie alla AI locale
    • Wide e ultrawide virtual display per il Mac
      • simulazione di 2 x 4k monitor affiancati
    • Nuove gesture, come palmo in alto toccando le due dita per aprire la home, invece che premere sul pulsante fisico
    • Nuovi framework per gli sviluppatori:
      • VolumetricKit
      • TabletopKit
      • EnterpriseKit
    • Spatial Video: si possono registrare sia con iPhone 15 Pro, sia con obiettivi ad hoc per fotocamere e videocamere. Ad esempio, Canon ha creato una lente per registrarli per i propri corpi macchina
    • Partnership con Blackmagic per Spatial Video e Spatial Audio
    • Apple Vision Pro sarà disponibile da questo mese in altri Paesi, tra cui il Giappone, la Cina, la Francia e l’Australia, ma non l’Italia

iOS 18

  • Home Screen
    • Si possono spostare le icone delle app dove si preferisce nella schermata home
    • Personalizzazione delle icone delle app  (anche in base al light o al dark mode)
    • Le icone possono essere ricolorate scegliendo una nuova tonalità dal selettore del colore
  • Control Center
    • Swipe verticale per nuove pagine e gruppi del Control Center
    • Gli sviluppatori possopno creare nuovi controlli per il Control Center con le Controls API
    • Si può modificare la struttura e la posizione delle icone e degli elementi come se fossero dei widget
    • Nella Lock Screen si possono modificare i due accessi rapidi
    • L’Action Button ha nuove opzioni di scelta predefinite collegate al control center
  • Privacy
    • Lock an app: si può accedere all’app solo con Face ID / Touch ID
    • Si possono escludere le app dalla ricerca di sistema (e dai recenti)
    • Si possono nascondere le app (che finiscono nella cartella Hidden di App Library)
  • Messaggi
    • Tapbacks con nuove emoji colorate (tutte)
    • si possono schedulare i messaggi
    • si possono formattare i testi con bold, corsivo, ecc…
    • si possono creare effetti diversi su singole parole e non per l’intero messaggio
    • Messaaggi possono essere inviati via satellite e sono end to end encrypted
    • Supporto RCS
  • Mail
    • Categorie automatiche per i messaggi (ma arriveranno entro la fine dell’anno)
    • Icone per ogni messaggio con anteprime degli stessi
    • Nuova visualizzazione per gruppi di messaggi con grafica personalizzata
  • Journal
    • Nuove funzioni e nuovi widget (come, ad esempio, calendario e obiettivi raggiunti)
  • Game Mode
    • Minimizza i processi in background per spingere i videogiochi
  • Foto
    • Il più grande redesign dell’app
    • Le schermate attuali verranno unificate in una singola visualizzazione, così composta:
      • griglia con tutte le app in alto
      • filtro per anno, mese, giorno in basso
      • nuova funzione collezione che organizza in automatico i contenuti per giorni recenti, persone, viaggi (con anno e luogo), favoriti
      • possibilità di condividere una intera collection con un tap
      • si possono riorganizzare le collection in base alle preferenze
  • Integrazione di Promemoria in Calendario

Audio & Home

  • AirPods 
    • Si può rispondere sì o no semplicemente muovendo la testa, ad esempio per decidere se rispondere o rifiutare una chiamata
    • Voice Isolation di gran lunga migliorato
    • Spatial Audio nel gaming con Spatial Audio API (già pronto in Need For Speed che arriverà questo autunno)
  • tvOS
    • InSight (ricorda la funzione di PrimeVideo che mostra ulteriori informazioni sugli attori in scena o sulla musica in riproduzione durante un video riprodotto su AppleTV)
    • Migliora Voce è una funzione che rende più chiare le parole in un video
    • Migliorata sincronizzazione con i sottotitoli
    • Supporto nativo al formato 21:9
    • Nuova grafica per selezionare lo screensaver (e aggiunti molti nuovi anche dalle serie TV)
    • Aspirapolveri comandati da HomeOS
    • Controllo consumi della casa da HomeOS

watchOS 11

  • Nuova categorizzazione degli esercizi in base alla valutazione dei segnali vitali rilevati dall’orologio
  • Personalizzazione dell’app attività
  • Differenziazione degli obiettivi per giorno della settimana
  • Nuova app per tenere traccia del proprio corpo e di tutti i dati: Vitals
  • Nuova schermata Smart Stack che si aggiorna in automatico con l’intelligenza artificiale per proporre in prima vista gli elementi più importanti, come, ad esempio, le statistiche sulle precipitazioni prima che possa piovere o la proposta di tradurre da un’altra lingua quando viene rilevato di essere in un’altra nazione
  • Nuovo sistema per la creazione di nuove watchface unendo immagini ed intelligenza artificiale per scontornarle e colorare in tempo reale aggiungendo l’orario sotto, un po’ come avviene nelle schermate di iOS 17
  • Funzione Check-in anche su Apple Watch per avvertire in automatico alcuni contatti del nostro arrivo a casa o a destinazione
  • Il doppio tocco fra pollice e indice verrà esteso agli sviluppatori con le Double Tap API

iPadOS 18

  • Personalizzazione icone
  • Stessi vantaggi di Foto di iOS
  • Nuove funzioni per Apple Pencil
  • Nuovi look per le app Pages, Numbers, Keynote e Swift Playground
  • Nuova Tap Bar flottante per le app con possibilità di personalizzarne i tab o spostare tutto in una barra laterale
  • Calcolatrice:
    • di base la stessa di iOS
    • in aggiunta c’è l’uso della penna con Math Notes
      • con Apple Pencil si può scrivere una formula e la calcolatrice la esegue quando rileva un = (oppure fa la somma quando rileva una riga alla fine di una colonna di numeri)
      • diverse pagine disponibili in math notes
      • supporta anche variabili
      • creazione di grafici dalle espressioni
      • possibilità di modificare le variabili in tempo reale
  • Note
    • Acquisisce le stesse funzioni di calcolo di calcolatrice
    • SmartScript:
      • migliora la grafia mentre si scrive, apprendendo il proprio stile ma rendendolo più preciso e coerente
      • si possono spostare i testi per aggiungere altri testi
      • barrando i testi si cancellano

macOS Sequoia

  • Le app di sistema guadagano quasi tutte le funzioni delle controparti per iOS / iPadOS
  • In Mappe si può organizzare una escursione (come su iOS)
  • Continuity
    • iPhone Mirroring (si può guardare e controllare l’iPhone dal Mac in una finestra)
    • Viene trasmesso anche l’audio di iPhone, sia live sia quello delle notifiche
    • Durante il mirroring l’iPhone rimane bloccato
    • Funziona il drag&drop dei file da macOS ad iPhone in mirroring
  • Miglioramento della gestione finestre simile a Windows 11, ma magnetico ed automatico, ricorda Magnet
  • In videocall si può scegliere quali app condividere (presenter preview) e non tutto lo schermo
  • Fackground replacement con una foto dalla libreria locale
  • Nuova app App Passwords
    • ci sono le controparti iOS ipadOs visionOS
    • salva tutto, anche le passkeys
    • di fatto somma Password e Accesso portachiavi in un’unica app
  • Safari 
    • migliora l’autonomia (4h in più rispetto Chrome)
    • con Highlight trova le informazioni rilevanti di una pagina con il machine learning 
    • fa anche il riassunto 
    • migliora la funzione Reader
    • migliora la riproduzione dei video non ho capito come
  • Gaming
    • con Metal 3 nuovi giochi AAA sono arrivati su macOS sfruttando le potenzialità di Apple Silicon
    • Unico con una piattaforma unificata tra iPhone, iPad, Mac
    • Game Porting Toolikit 2
      • più facile portare giochi AAA su Mac
      • consente pure di portare i giochi su iPad e iPhone
      • Se continuano così ciao alle console in qualche anno
      • ci aspettano più giochi, arrivano Control, Assassins Creed Mirage, Prince of Persia Lost Crown, Assassins Creed Shadows (anche su iPad)
      • i due Assassin’s Creed arrivano pure su iPad (il primo da oggi, l’altro entro la fine dell’anno)
  • Apple Pay pure su browser di terze parti

“Apple Intelligence” AI for the rest of us

  • Protegge la privacy dell’utente ed è profondamente integrata nel sistema
  • LLM incluso in AI
  • Dà priorità in automatico le notifiche più importanti
  • Crea riassunti in automatico
  • Controlla e migliora anche i testi
  • Disponibile in tutte le app e su tutti gli OS
  • Crea immagini in stile disegno, animazione, il tutto in qualsiasi app
  • Si possono fare richieste specifiche molto dettagliate in cui AI capisce il contesto della richiesta 
  • Per ottenere tutti questi risultati senza privarci della sicurezza, AI lavora localmente sul dispositivo(viene supportato a partire da A17 Pro e tutti gli Apple Silicon)
  • Quando i dati necessari per elaborare la risposta ad una richiesta eccedono le potenzialità del dispositivo locale, questi vengono gestiti nel cloud con un nuovo sistema sicuro chiamato “Private Cloud Compute”
  • Può scalare le richieste più difficili grazie al supporto del cloud mantenendo il tutto completamente sicuro e privato, senza memorizzare mai i dati, usandoli solo per singola richiesta e gestiti in modo sicuro e criptato
  • Si può selezionare un testo e scegliere Rewrite per migliorarlo (si possono analizzare tutte le modifiche e mantenerle o meno)
  • Si può selezionare un testo e cambiarne in blocco lo stile, ad esempio da formale ad amichevole
  • In Mail ci sarà smart reply per creare subito una risposta completa, rispondendo in maniera positiva o negativa alle domande contenute nella e-mail a cui stiamo replicando
  • Quando si guarda l’elenco delle email non vengono mostrate le prime righe, ma un breve sommario che ne spiega il contenuto senza nemmeno aprirla
  • Le email più importanti per il momento vengono viste in cima, come ad esempio i dati di un viaggio in corso
  • Nuovo Focus “Riduci le interruzioni” che visualizza solo le notifiche importanti
  • Creazione di emoji al volo con Genmoji (inutile, ma pazzesco)
  • Disponibile in US/inglese questa estate, nuove lingue dal prossimo anno

Siri

  • Nuova icona
  • Risponde a 1.5 miliardi di richieste
  • Più naturale, più precisa, più personale in base al contesto
  • L’animazione ora illumina lo schermo ai bordi con colori in movimento
  • Type to Siri (doppio tap sulla homebar e si possono scrivere le richieste a Siri)
  • Risponde anche a delle richieste generiche, quando non si sa come fare una cosa, fornendo un elenco di azioni da seguire (tipo manuale online interattivo)
  • Si possono fare richieste basate su quello che vede sullo schermo nel momento in cui si richiama
  • Le richieste a Siri possono richiedere interazioni tra diverse app grazie ad App Intent, che è disponibile anche agli sviluppatori come App Intent API
  • Siri sarà capace di fare sempre di più nel corso del tempo
  • Si può chiedere di ritrovare un dato qualsiasi in una foto o tra le email
  • Il tutto disponibile su iOS, iPadOS e macOS
  • Le app che integrano SiriKit avrà tutte queste novità fin da subito
  • Integrazione di ChatGPT 4o
    • è integrato nel sistema e in Siri, ma solo su richiesta: quando il sistema ritiene che ChatGPT possa avere una risposta migliore alla domanda posta dall’utente rispetto a quella elaborata da Apple Intelligence, mostrerà un pulsante per interrogarla direttamente 
    • ChatGPT 4o sarà gratuito per tutti e le richieste non saranno memorizzate
    • Si può collegare il proprio account a pagamento di ChatGPT
    • Arriverà a fine anno

Image Playground

  • integrato nelle app di sistema come Messaggi, Keynote, Pages, ecc…
  • Si parte da un tema, un posto, ecc.. (stile animazione, disegno, illustrazione) e viene subito creata una immagine direttamente sul dispositivo con proposte di varie alternative
  • Oltre all’integrazione c’è l’app dedicata Image Playground e le API per essere integrate nelle app di terze parti

Image Wand

  • Si cerchia uno schizzo disegnato in note e si può trasformare in un’immagine più elaborata

In Foto 

  • Clean up tool per far sparire elementi indesiderati dalle immagini cerchiandoli
  • Ricerche dettagliate in linguaggio naturale 
  • Si può creare un video ricordo con una semplice richiesta testuale
  • Il tutto è sempre elaborato completamente in locale senza condividere le nostre immagini con Apple o con altre

In Note 

  • Si possono trascrivere note vocali

In Telefono 

  • Si può trascrivere una chiamata (c’è un avviso nel rispetto della privacy altrui)
Alcuni link presenti nell'articolo possono presentare codici di affiliazione con i partner sponsorizzati.
Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.