iPad e MacBook Air 11" sembrano per alcuni versi contendersi il mercato Apple della mobilità. Effettivamente ho già detto in passato che comprendo alcuni dei quali hanno scommesso sul tablet per sopperire alle loro esigenze di produttività nomade ed ora stanno pensando di passare al nuovo piccolo Air, che in un ingombro e peso similare fornisce tutte (o quasi) le funzionalità di un vero Mac.

iPad

Eppure chi deve scegliere oggi non capisco personalmente come possa metterli sui due piatti della stessa bilancia. Ho letto addirittura frasi del tipo: preferisco l'Air 11" all'iPad perché questo ha l'USB. Argomentazione che ritengo poco valida dal momento che le differenze vere tra le due piattaforme non risiedono tanto nella tastiera fisica, che si può aggiungere anche al tablet, o nella USB, dal momento che anche questa si può avere con il Camera Connection Kit (recensione), seppur con le note limitazioni dovute alla mancanza di un File System navigabile dall'utente.

La sostanziale differenza tra i due (è qui dirò una ovvietà) è il sistema operativo! Non la tastiera o la webcam. I due strumenti sono diversi fin dalle radici. Non perché occupano materialmente uno spazio simile, vuol dire che siano assimilabili. Ci sono cose che puoi fare più o meno similmente su entrambi, ma il resto, tutto il resto, funziona in modo totalmente diverso.

L'iPad lo usa mia madre la sera per fare dei vasi al tornio e mio nipote per imparare a conoscere le lettere e divertirsi con giochi semplici in cui interagisce con gli strumenti che conosce meglio: le sue mani. Nel mio caso il 90% delle volte lo uso per lettura e navigazione (web e gps). E in questi ambiti lo preferisco ad ogni altro Mac, anche perché con il 3G sei sempre online (cosa che con l'Air non è possibile). Ora come ora iOS4.2.1 ha dato sicuramente nuova linfa vitale al tablet anche sul fronte della produttività con AirPrint e multitastking, ma arrivare a dire come ha fatto l'autorevole Brooke Crothers di CNET, che "iPad proving more useful than MacBook Air", mi sembra decisamente esagerato. In primo luogo per il discorso fatto fin qui relativamente all'impossibilità di un reale confronto tra le due piattaforme. iOS si sta sicuramente evolvendo, ma produttivamente è sempre un OS X super-extra-light (se proprio si vuole ipotizzare un paragone).

Si provi veramente a realizzare una presentazione in Keynote su iPad senza aver precedentemente effettuato su un "vero computer" tutte le ricerche del caso. Senza ad esempio aver creato, scaricato e ritagliato le immagini che sarà necessario inserire. Ci si potrà riuscire ugualmente forse, ma nel triplo del tempo e con una sensazione di complessità a dir poco frustrante. E questo è giusto un esempio, ma qualsiasi sia la vostra attiva, se la svolgete sul computer, vi servirà quasi sempre un computer: grafico, programmatore, analista, web designer e anche il semplice moderatore di un blog impazzirebbe nei vari switch multitasking tra posta e browser senza poterci lavorare contemporaneamente.

Intendiamoci, io adoro l'iPad e aspetto con ansia anche questa tanto vociferata versione 2. Ma non mi si venga a dire che con questo si possono fare le stesse cose rispetto ad un Air 11" (recensione), così come vale il contrario.