Find dai primi giorni sono stato un accanito sostenitore della Apple TV 2G, al punto di farmela spedire dall'estero (grazie ad un amico conosciuto qui sul blog) per averla in anteprima. Ho già espresso migliaia di volte le mie speranze in merito l'evoluzione di questo progetto, ma ci vuole tempo. Tempo perché l'attivissima community che gravita intorno ad iOS ed a progetti di media center indipendenti li renda facilmente installabili (sempre a seguito di jailbreak) e ancora di più, lo abbiamo visto con iPhone ed iPad, perché sia la stessa Apple ad implementare nuove interessanti funzioni native.

appletv2g

A questo ci aggiungo che la mia ATV2G dopo un primo jailbreak andato a buon fine, ora non ne vuole che sapere di entrare in DFU mode e per cui non riesco più a sbloccarla. Ecco perché allo stato attuale ho ripreso ad usare a pieno regime la ATV1G, dove con XBMC fruisco quotidianamente di tutti i miei file in streaming via server DLNA.

Ma pensando alla ATV black ed al suo cuore iOS le mie speranze non erano tanto indirizzate verso la possibilità di ottenere un media center "aperto", dal momento che questo Apple difficilmente ce lo "regalerà". Ma piuttosto ad una serie di interazioni evolute con iPhone ed iPad. Evoluzioni che, secondo quanto riporta Macitynet, l'azienda di Cupertino potrebbe già stare testando con la recente beta iOS4.3, visto che al suo interno sono state trovare delle voci molto chiare come "ATVGames". E si cita anche un certo servizio "Sedona", apparentemente legato allo streaming online, ed un non precisato "Flagstaff".

Comunque il gene di iOS è già nella AppleTV ormai e non si torna indietro. Un utente ha casualmente trovato con l'uso di un telecomando Harmony, la possibilità di spostare le icone dei preferiti come avviene nella springboard dell'iPhone. Ma ci si muove troppo lentamente. Continua a dire che allo stato attuale la Apple TV 2G è una scelta ottimale prevalentemente per chi non la voglia sbloccare ed usare per riprodurre qualsiasi tipo di contenuto audio/video. Perché in questo caso si deve sottostare ai continui "sbattimenti" tra jailbreak inaffidabili e lunghe sessioni da terminale di cui, molti utenti, non capiscono neanche il senso.