Dalle prime beta di iOS 4.3 su iPad sono apparse le gesture multitouch. Nelle versioni definitive e destinate al pubblico queste sono poi sparite, ma rimangono sempre attivabili con un account sviluppatore. Io le uso da tempo e seppure non siano ancora perfette, i pochi difetti saltuari non sono a mio avviso sufficienti a giustificare la non attivazione su tutti gli iPad. Per questo motivo tendo a trovare una giustificazione diversa per la decisione di Apple di nasconderle ancora per qualche tempo.

I comandi, per chi non ne fosse a conoscenza, sono essenzialmente 3:

  • 4 dita sopra -> attivazione taskmanager
  • 5 dita verso l'interno -> riduzione app attiva ed accesso alla springboard
  • 4 dita sinistra o destra -> switch veloce tra le app attive

In Lion sapete bene che farà la sua apparizione Mission Control, una versione evoluta di Exposé che include anche le scrivanie di Spaces, la Dashboard e le applicazioni attive in fullscreen.

overview_missioncontrol20110127

In prima istanza mi sono lamentato del fatto che la gesture di Snow Leopard con 4 dita verso l'alto sul trackpad, sia stata destinata all'attivazione di Mission Control in Lion, perdendo l'attuale funzione di "mostra scrivania". Più che altro una questione di abitudine visto che lo stesso effetto si potrà ottenere con 5 dita verso l'esterno.

Tuttavia è impossibile non notare l'affinità del comando 4 dita sopra su Lion (Mission Control, ovvero un task manager molto evoluto) e su iOS (anche qui task manager). In vista di una sempre maggiore similitudine tra i due sistemi operativi, potremmo forse sperare di avere su iPad una sorta di Mission Control con iOS5?

L'attuale task manager in effetti può essere anche accettabile su iPhone, ma l'iPad — specie con la seconda generazione — si propone sempre di più come strumento di produttività e uno strumento di gestione delle app attive come Mission Control sarebbe una vera svolta. Ciò che auspicherei dunque è che l'attuale "attesa" nell'attivazione delle gesture multitouch su iPad, nasconda in realtà la volontà di portarle con una nuova major release di iOS e, soprattutto, con funzionalità rinnovate ed allineate a quelle del nuovo Lion. I comandi sembrano essere affini e un lancio parallelo potrebbe dare maggior rilievo a questo nuovo approccio alla gestione dei task.