Ultimamente ho sperimentato dei problemi notevoli con il mio iPhone, problemi che mi hanno letteralmente fatto dannare l'anima. Cosa è successo? Semplicemente questo: il mio cellulare ha deciso, ogni qualvolta connesso al Mac, di reinstallare dalla prima all'ultima tutte le applicazioni già installate.

Questo non sarebbe un grosso problema, se non fosse che su 32 GB di spazio ne avevo libero meno di uno. Risultato: ogni sincronizzazione era come una martellata, mi auto censuro, sulle dita, dato che ci impiegava parecchie ore per terminare l'operazione.

Come se non bastasse, il telefono non era più in grado di capire quali fossero le applicazioni nuove che avevo scaricato e si rifiutava di installarle automaticamente, nonostante fosse selezionata l'opzione in iTunes. Infine, dato che non mi faccio mancare nulla, disinstallando le applicazioni, sia da iTunes, sia direttamente dal cellulare, queste venivano automaticamente installate di nuovo alla successiva sincronizzazione.

Un disastro, insomma.

Per risolvere le ho provate tutte. Confesso di aver cercato per parecchio tempo una soluzione sul web e di essermi rivolto a diverse comunità di "esperti" o presunti tali, ma senza alcun risultato apprezzabile. Ho sincronizzato con un Mac appena installato, pensando che fosse qualcosa che dipendeva da iTunes, cancellato PLIST, ripristinato il firmware, resettato mettendo il cellulare in DFU. Ma nulla.

L'unica cosa che ha risolto il problema è stata quella di installare un Mac OS X pulito su un Hard Disk esterno, collegare il cellulare e metterlo subito in DFU (è sufficiente tenere premuto il tasto Home e il tasto On finché non compare sul display l'icona di iTunes) e infine impostare l'iPhone come un nuovo telefono, perdendo tutti i miei dati.

È stato doloroso, ma ha funzionato. Per una volta, spero davvero che il mio articolo non sia utile a nessuno di voi.