Qui su SaggiaMente non ci tiriamo indietro nel segnalare piccoli o gravi bug, soprattutto se funzionali, presenti in Lion. Quello di stasera non fa eccezione, anche se più che di un bug si potrebbe parlare di una colpevole lacuna da parte di Apple. L'oggetto della discordia è l'uso delle applicazioni a tutto schermo su più monitor, problema segnalatoci dal lettore Oni_01, che ringraziamo. Finché siamo in presenza di un solo monitor, nessun problema, l'app a tutto schermo è perfettamente utilizzabile e sfrutta tutto lo spazio a disposizione.

Quando si usano due o più monitor, però, la situazione cambia drasticamente. Sul principale viene visualizzata l'applicazione a tutto schermo, mentre sugli altri il risultato è il seguente: lo sfondo grigio tramato presente anche in Mission Control e nella schermata di login.

Così facendo, in pratica, si perdono i vantaggi dello sfruttare sia le applicazioni a tutto schermo sia le configurazioni multi-monitor. Pensiamo ad esempio a un contesto in cui si vuole dedicare un monitor a Safari e un altro a una applicazione di lavoro, tipo Pages: entrambe le applicazioni su Lion supportano il full screen, ma per averle su monitor separati occorre usarle in finestre, poiché è l'unico modo per avere la scrivania estesa e quindi dedicare il secondo monitor a Pages. Se si vuole invece usarle entrambe a tutto schermo, non è possibile farlo, il secondo monitor rimarrebbe irrimediabilmente vuoto.

Vi è una possibile soluzione? Sì e anche piuttosto semplice da realizzare, per Apple. In presenza di configurazioni multi-monitor, Lion dovrebbe consentire l'inserimento di applicazioni a tutto schermo anche nei monitor secondari e non solo in quello principale. A quel punto sorgerebbe un altro problema, però: la barra dei menu per le altre applicazioni aperte a tutto schermo? Anche qui, si può risolvere prendendo in prestito l'idea di SecondBar e rendendo disponibile una barra dei menu per ogni singolo monitor. Non servirebbe replicare per filo e per segno quella principale: il menù Apple, le icone di stato, l'orario e Spotlight risulterebbero ridondanti e non necessari nelle varie barre secondarie. I menu dell'applicazione, l'icona per uscire dalla modalità a tutto schermo ed è più che sufficiente. Naturalmente, questa barra secondaria rimarrebbe utilizzabile anche con l'applicazione a finestra normale e la si potrebbe impostare per comparire solamente quando in quel monitor vi è effettivamente una applicazione aperta. Insomma, cose sicuramente alla portata dei programmatori Apple. Per la 10.7.2 è duretta vedere il tutto realizzato, ma chissà che per la 10.7.3, se si scatena anche un po' di sano feedback popolare, non ci pensino. Sarebbe un grande miglioramento funzionale nonché la gioia di chi usa più monitor e vuole sfruttarli sempre al meglio.