La Apple TV, nella sua forma attuale, è sempre stata considerata una sorta di hobby in Apple, fatto su cui Jobs ha anche scherzato più volte nei keynote dove se ne è parlato. Accanto al set-top-box, però, si sono fatti insistenti nel corso degli anni le indiscrezioni che vedevano in arrivo un vero e proprio televisore da parte di Apple. Steve Jobs, nella sua ormai postuma biografia ufficiale in arrivo tra due giorni, sembra confermare questi rumors. E a quanto pare il prodotto potrebbe non essere poi così tanto lontano dalla commercializzazione, come rivela Macrumors.

Tra le varie anticipazioni date da Isaacson riguardo alla biografia, svela infatti i dettagli di quello che potrebbe essere un progetto in fase di realizzazione anche nel post-Jobs. Steve voleva portare sui televisori gli stessi punti di forza che avevano portato fortuna a Apple con i Mac, gli iPod e gli iPhone: renderli semplici ed eleganti. Nell'immaginario di Jobs, il televisore Apple sarebbe sempre sincronizzato con gli altri dispositivi per mezzo di iCloud e il suo funzionamento consentirebbe all'utente di fare a meno di lettori DVD e TV via cavo grazie a una ricca dose di contenuti e all'interfaccia più semplice che si possa mai immaginare. Il pezzo si conclude con: "I finally cracked it." Ci sono arrivato, ci sono riuscito, alla fine: così si traduce questa frase, stringata nella forma ma forte nel significato, dove si può anche sentire la soddisfazione di Jobs nell'essere riuscito dove voleva arrivare con questo progetto. Probabilmente i frutti del lavoro si vedranno nel giro di mesi.

Un televisore multimediale, dunque, potrebbe essere l'ultimo progetto "fisico", ossia curato direttamente di persona, di Steve Jobs. Ma abbiamo già parlato di come molti altri progetti su carta siano tenuti ben custoditi a Cupertino, in modo da garantire almeno altri 4 anni di prodotti sicuri. Il televisore targato Apple, se arriverà davvero, sarà uno di questi.