Qualche tempo fa OCZ ha acquisito Indilinx che fino al 2009 ha prodotto i più diffusi controller per SSD. Successivamente gran parte del mercato si è spostata su SandForce, compresa OCZ, ma con l'acquisto di Indilinx si è aperta alla possibilità di usare tecnologia "fatta in casa".

Il frutto atteso è stato annunciato ieri con un breve comunicato stampa e si chiama Octane. Questo sarà disponibile per SATAII e SATA3, quest'ultimo con una velocità di picco di 560MB/s in lettura e 400MB/s in scrittura con 45,000 IOPS. La cosa molto interessante però è la capienza che arriverà fino ad 1TB con prezzi indicativi intorno ai $1000.

Appena disponibile sul mercato effettueremo la nostra classica prova sul campo per vedere come si comporta. Certamente si aprono nuove possibilità d'uso per gli SSD con capienze finalmente all'altezza per essere utilizzati anche da chi abbia importanti necessità di spazio.