Siamo ancora ufficialmente nel 2011, ma inevitabilmente i pensieri delle aziende stanno già andando verso il prossimo anno, con nuovi prodotti per ravvivare il mercato e competere col leader del settore. Parlando di tablet, il leader è Apple, dietro la quale i concorrenti continuano a cercare un loro posto al sole tramite nuovi modelli. Quello che è stato svelato da Asus si può dire sia il capostipite della generazione 2012: Eee Pad Transformer Prime. La sua principale peculiarità? Il nuovo processore nVidia Tegra 3. Ne ha parlato AppleInsider.

Per parlare di questo Asus, è inevitabile iniziare proprio dalla CPU. Il Tegra 3, tra i processori ARM, stabilisce un nuovo top di gamma. Si tratta di un quad-core, o meglio, di un penta-core. Sì, perché oltre ai 4 core più "tradizionali" vi è un quinto core cosiddetto "companion": si tratta di un nucleo a bassa potenza, 500 MHz, utilizzato in casi di uso poco intensivo, per processi in background, riproduzione di musica e anche web browsing leggero. Gli altri 4 core, basati sull'architettura Cortex-A9, vanno invece a 1,3 GHz: è prevista anche una sorta di piccola modalità Turbo che conferisce 100 MHz in più quando il carico viene sostenuto da uno solo dei nuclei. Non manca una GPU GeForce con 12 core grafici, in grado anche di gestire contenuti multimediali come Blu-Ray in Full HD. Supporta le memorie DDR2 e DDR3 di tipo Low Power e, cosa più importante, consuma meno del predecessore Tegra 2. Stando ai dati comunicati da nVidia, il Tegra 3 batte l'A5 di Apple con prestazioni il doppio superiori in operazioni quali la transcodifica di video.

Visto il cuore, ora andiamo sulle altre caratteristiche dell'Eee Pad Transformer Prime. Il display è da 10", con risoluzione 1280x800, dunque capace di visualizzare nativamente anche contenuti a 720p. Dotato di 1 GB di RAM, possiede anche una doppia fotocamera, 8 Megapixel dietro e 1,3 davanti. Asus dichiara come autonomia 12 ore di riproduzione di video in HD, valore che sicuramente sarà superiore nel più leggero uso quotidiano con browser, musica e apps. L'Eee Pad Transformer Prime sarà disponibile a partire da dicembre, perlomeno per quanto riguarda gli Stati Uniti, in due versioni: 32 GB a 499 $ e 64 GB a 599 $. Inizialmente saranno disponibili con Android Honeycomb, ma l'aggiornamento a Ice Cream Sandwich verrà rilasciato poco dopo l'uscita. Anche se non citato, sicuramente è in arrivo contemporaneamente l'apposito dock con tastiera, come già visto per il primo Transformer, una delle caratteristiche più peculiari che consente di trasformarlo da tablet a netbook, anche se con risultati discutibili, di cui Maurizio ha parlato in un articolo a riguardo.

Più che sul tablet, il quale dovrà dimostrare le sue potenzialità, sperando in un buon supporto software, l'interesse è sul processore. Il Tegra 3 mostra che la piattaforma ARM è in crescita costante e l'arrivo di Windows 8 sarà sicuramente un ulteriore traino per tale architettura, con preoccupazione di Intel. Apple non starà di certo a guardare: le varie indiscrezioni parlano già da tempo di un A6 quad-core. È ancora troppo presto, comunque, per parlare di usi al di fuori di tablet nel mercato consumer: difficilmente un processore ARM Apple avrà uso al di fuori di iPad e iPhone. Ma nel 2014, magari, potrebbe non essere più così.