Come qualsiasi nuovo prodotto al lancio, anche quelli Apple soffrono di difetti di gioventù. Gli ultimi in ordine di tempo, sia in termini di rilascio che di problematiche, sono i nuovi MacBook Pro Retina. L'azienda di Cupertino, infatti, starebbe sostituendo alcune unità a causa di un effetto "ghosting" sul display, meglio conosciuto anche come ritenzione delle immagini (chi ha o ha avuto dei plasma capirà subito a cosa ci riferiamo).

Immagine da OneMoreThing.nl.

Le prime segnalazioni sui forum di supporto Apple risalgono al 16 giugno, e nei giorni successivi il problema è stato sempre più messo alla ribalta. Alcuni utenti hanno lamentato la comparsa del fenomeno dopo soli 20 minuti d'utilizzo. Benché non vi siano ancora ordini ufficiali dalla casa madre su come comportarsi a riguardo, gli Store stanno procedendo a richiedere unità sostitutive per i clienti che hanno richiesto assistenza. Un problema che sicuramente sarà quantomeno migliorabile, ma non risolvibile del tutto, dato che con i display a tecnologia IPS la ritenzione è un fenomeno infrequente ma sempre possibile.

Il consiglio per chi ha già un MacBook Pro Retina è quello di prestare attenzione ad eventuali effetti del genere, verificabili su sfondi bianchi o molto chiari, e nel caso di tentare una richiesta di sostituzione per non aggravare ulteriormente il problema. Per coloro che invece ancora non avessero acquistato il nuovo top dei portatili Apple, il consiglio è invece quello di mordere il freno per qualche settimana se possibile, in modo da attendere miglioramenti a livello produttivo e ottenere unità più affidabili da questo punto di vista.