Google ha appena annunciato il rilascio di Quickoffice Free, esclusivamente per gli utenti registrati al servizio Google Apps for Business. L'app (per ora esclusiva iPad, in seguito saranno pubblicate anche le versioni iPhone e Android) ha le stesse esatte funzioni della versione Pro (acquistabile al prezzo di 6,99€): potremo vedere, modificare e creare documenti Office (dal '97 al '10) nonchè Pdf; in aggiunta potremo archiviarli sulla nuvola attraverso Google Drive, integrato nell'applicativo in seguito all'acquisizione del marchio Quickoffice da parte di Google lo scorso giugno.

Foto 20-12-12 12 10 18

Sostanzialmente la scelta di Google si fonda sul fatto che molti sono ancora legati a Microsoft Office: per questo motivo a Mountain View hanno deciso di trovare un compromesso, realizzato poi con la pubblicazione di questa versione di Quickoffice, per far avvicinare gli utenti business a Google senza che il passaggio sia troppo traumatico. Fino all'acquisizione di Quickoffice infatti la suite di Google (Google Docs, Sheets e Slides) non godeva di un sistema di conversione dei file Office particolarmente ben funzionante, cosa che faceva un po' storcere il naso ai più e impediva agli utenti di vederla come una valida alternativa. Con il sistema di conversione Quickoffice, introdotto tra giugno e luglio di quest'anno, le cose sono andate decisamente meglio. Ora Google ha deciso, per far sì che anche i più nostalgici recidivi a Google Docs prendano confidenza con i suoi servizi, di integrare Google Drive in una versione gratuita (seppur ad accesso limitato) di Quickoffice, di modo che possano cominciare ad abituarsi a lavorare in Cloud. Qui sotto un esempio di come lavora il nuovo sistema di conversione integrato in GDocs (via TechCrunch)

qo_compare

Un'ottima mossa dunque da parte di Google, mossa che accende ulteriormente la competizione all'interno del mercato dei software per la produttività. Se non sarete ancora soddisfatti di Quickoffice vi segnaliamo anche CloudOn, eccellente alternativa per gestire file Office nei lavori di gruppo e non solo, perfettamente integrata in iOS e con i maggiori sistemi di cloud sharing (GDrive, Dropbox, Box e Skydrive): al contrario di Quickoffice Free CloudOn è disponibile per tutti i dispositivi iOS e anche per Android, elemento che la rende ancor più apprezzabile.