Il mercato delle mirrorless è sempre più affollato e visto il lungo periodo di disinteresse dei due big player della fotografia (Canon e Nikon) è quello in cui è più facile che nuovi nomi si facciano strada, così come alcuni storici che si reinventano per sfruttare l'occasione (vedi Olympus e Fujifilm).

Samsung in questi anni fa un po' la parte dell'asso piglia tutto, azienda con le capacità tecniche e la forza produttiva ed economica per affrontare ogni sfida in ogni mercato. La sua linea di mirrorless, caratterizzata dalla sigla NX, non è mai riuscita a convincere i fotografi "vecchia scuola" ma l'azienda continua a mordere il freno e non sembra assolutamente intenzionata a cedere il passo.

Dopo il recente rinnovo della linea in salsa wireless, con NX1000, NX210 ed NX20 dotate di funzionalità Wi-Fi evolute, Samsung è in procinto di tentare il suo colpo vincente, un perfetto swing come quello che Fujifilm ha realizzato con la X100, capostipite della nuova linea X, o che Olympus ha portato a casa per ben due volte, rinnovando la linea PEN e, più di recente, la OM-D (recensione della E-M5). In attesa che il CES apra i battenti, Samsung ha reso nota la nuova NX300, quella che dovrebbe essere la testa di serie in attesa del rinnovamento della NX20.

nx300

Il parco ottiche della serie NX non è affatto così limitato come alcuni pensano. Vi si trovano già 12 obiettivi tra zoom e a focale fissa e se ne aggiungono continuamente. Inoltre, insieme alla NX300 verrà presentato anche un nuovo 45mm f/1.8 con funzionalità 3D. È forse il sensore l'aspetto meno riuscito delle varie NX, una unità discreta che viene riproposta da qualche anno su tutti i modelli, dalle entry-level alle top di gamma, capace di offrire risultati più che validi per i modelli base, come la NX1000, ma non in grado di competere nella parte alta del mercato.

Nella NX300 si riparte con un nuovo sensore che mantiene la risoluzione di 20 megapixel ma è stato interamente riprogettato. Tuttavia l'azienda non parta di miglioramenti nella gamma dinamica (aspetto dove era piuttosto deludente) o di riduzione del rumore ad alti ISO ma, piuttosto, di nuove funzioni. Oltre al Wi-Fi, ancora più evoluto nelle possibilità, l'attenzione è centrata sull'Hybrid AF System, soluzione con la quale alcuni pixel del sensore vengono utilizzati per l'AF di fase, in grado da lavorare insieme a quello per contrasto (tradizionale delle CSC) per ottenere migliore velocità e precisione. In sostanza la medesima strada intrapresa prima da Nikon nella serie 1 e poi riproposta un po' ovunque dagli altri brand.nx300-2

La NX300 sarà proposta a circa $750 ed apporta tanti altri miglioramenti per la gamma, come il display OLED orientabile da ben 3,3", la rinnovata velocità di scatto, la cattura video FullHD a 60p o il supporto alla registrazione in 3D con il nuovo obiettivo 45 f/1.8. In questo prodotto vediamo tutta Samsung, con la sua incredibile capacità di inseguire l'innovazione tecnologica, l'introduzione di tutte le principali funzioni disponibili nelle offerte concorrenti e la voglia di posizionarsi un gradino sopra gli altri. Quello che solitamente le si recrimina è di non avere una propria immagine e l'aspetto della NX300, profondamente ispirato alle ultime Fujifilm come la X-E1, sembra sottolinearlo. Ma forse è proprio questa Samsung, un'azienda con infinite risorse e capacità che prende le soluzioni migliori dai propri competitor e le miscela nei propri prodotti, trovandosi immediatamente in grado di primeggiare in ogni mercato in cui si cimenta.