Thalmic Labs ha da poco presentato MYO, una fascia da braccio wireless in grado di tradurre i movimenti del nostro avambraccio in comandi virtuali. Descrivere a parole questi progetti è sempre piuttosto complesso, motivo per cui vi rimando al video nel caso in cui non vi fossero chiari alcuni punti dell’articolo. Per quanto si sa ad oggi, MYO è un bracciale ultra-tecnologico che, indossanto all’estremo del nostro avambraccio, si interfaccerà con molteplici sistemi operativi permettendoci di controllare gli stessi attraverso delle gesture. Da questa breve descrizione potrei scommettere che nessuno di voi abbia ancora gridato ‘alla rivoluzione’; anzi, sicuramente in molti avrete pensato a progetti simili come NUIA o al più conosciuto Kinect di Microsoft. Gli elementi che dovrebbero permettere a MYO di distinguersi sono essenzialmente due: in primo luogo l’estrema facilità di configurazione e d’uso e, in secondo luogo, la versatilità, ossia la capacità di interfacciarsi con moltissimi sistemi, dal Parrot A.R. Drone all’iMac casalingo.

myo

I developer promettono un funzionamento out-of-the-box con i sistemi Windows e Mac, mentre API per iOS, Android e molti altri SO verranno rilasciate gradualmente. Altro elemento da sottolineare sta nel fatto che il dispositivo si connetterà via Bluetooth; la domanda sorge spontanea: non è forse una tecnologia troppo vecchia per un dispositivo così avanzato? Ultima, considerazione, ma non per importanza, sta nel prezzo: 149$ per il preordine sembrano davvero troppo pochi per un dispositivo come MYO, fatto che mi rende ancora più scettico riguardo al progetto.

MYO è stato accolto positivamente, salvo rare eccezioni, dalla community; in particolare riferiamo il commento di Steve Wozniak, riportato da MacRumors, che ha commentato MYO con queste parole:

Very cool and impressive. I hope this finds its way into our future soon. Davvero accattivante ed impressionante. Spero che questo [progetto] possa trovare presto la sua strada verso il nostro futuro.

Personalmente, come già forse avrete intuito, non sono rimasto particolarmente colpito da MYO; tuttavia bisogna ammettere che se funzionerà realmente come appare nel video potrebbe essere un grande passo avanti sotto molti aspetti. A tal proposito sono molto curioso di sentire il parere di voi lettori, quindi non trattenetevi dall’esprimere la vostra opinione; di seguito il video promo: