In un momento piuttosto intenso per gli smartphone di fascia alta, come quelli di HTC e Samsung, ci si dimentica che anche in quella media si possono fare delle piacevoli sorprese. Oggi le ha fatte Sony, che ha presentato due dispositivi Android di tutto rispetto, per la zona di mercato in cui si collocheranno: Xperia SP e L.

sonyxperiasp

L'Xperia SP, mostrato qui sopra, è tra i due il più "carrozzato": a livello di specifiche porta nella fascia media molte delle caratteristiche che l'anno scorso erano prerogativa esclusiva dei flagship, dando così agli utenti Android (e non solo, contando potenziali switchers da altri sistemi) l'opportunità di avere un buon terminale senza doversi svenare. La scocca in alluminio si completa nella parte inferiore con una sezione trasparente, che contiene un'illuminazione di notifica dal colore personalizzabile. A livello di display, troviamo un 4,6" a risoluzione 720p, mentre guardando alla fotocamera troviamo una posteriore da 8 Megapixel con HDR e una frontale purtroppo solo VGA. Il processore è un Qualcomm Snapdragon S4 Plus dual-core da 1,7 GHz, coadiuvato da 1 GB di RAM, combinazione non più la massima ottenibile dal settore ma tutt'oggi ancora apprezzabile. Non mancano 8 GB di storage interno espandibili tramite microSD, così come microSD e connettività LTE.

sonyxperial

Meno pretenzioso è invece l'Xperia L, che si pone un po' più in basso a livello di prezzi. In comune col fratellone SP ha la fotocamera da 8 Megapixel con HDR, gli 8 GB di archiviazione espandibili via microSD e il supporto NFC, ma per il suo budget ha dovuto necessariamente tagliare qualcosa, tra cui la connettività, qui solo HSPA+, il display, 4,3" a risoluzione 854x480, e il processore, sempre dual-core qui fermo a 1 GHz e dotato di un comparto grafico meno prestante (la RAM, fortunatamente, rimane sempre a quota 1 GB). Il family feeling con l'altro Xperia presentato ed altri, tra cui gli Z e ZL introdotti al CES, è anche qui rappresentato dal LED di notifica personalizzabile nella parte inferiore del dispositivo.

I prezzi, ufficializzati da Sony Mobile Italia su Twitter, saranno rispettivamente di 399 e 299 €, con disponibilità sugli scaffali nel corso del prossimo trimestre e colorazioni bianca, nera e rossa. Una nota per ora stonata è la versione di Android preinstallata, la 4.1; confidiamo però in un rapido aggiornamento dopo il rilascio. Non nascondo che, da utente del sistema operativo Google e della serie Galaxy, con poca voglia di andare oltre i 400 € per uno smartphone, l'Xperia SP rappresenta un'occasione allettante. Le caratteristiche per far bene ci sono tutte, e chissà che l'offensiva di Sony possa essere l'inizio per una nuova attenzione sulla fascia media/medio-alta di mercato, in giorni in cui i rumors su un iPhone "budget" stanno ritornando prepotentemente.