laciefuel-led

Usiamo sempre più spesso dispositivi come smartphone e tablet per la fruizione di contenuti multimediali. Tuttavia lo spazio a disposizione, di solito nel range tra 16GB e 64GB, non è sempre sufficiente ad accogliere una grande quantità di file, specie se si tratta di video. LaCie Fuel si propone di risolvere questo problema con un disco portatile da 1TB o 2TB i cui contenuti possono essere letti via Wi-Fi da iOS ed Android.

laciefuel-front

L'unità si presenta come un quadrato di plastica di 11,5cm di lato e spessore di 2,5cm, al cui interno si trova un tradizionale HDD da 2,5" insieme alla batteria e a tutta l'elettronica per far funzionare la connessione wireless. Frontalmente si trova un tasto per l'accensione e lo spegnimento, al cui lato si trovano due LED, uno verde che notifica l'accensione ed uno azzurro che segnala quando la rete Wi-Fi è attiva. Purtroppo la rete non è sempre "salita" correttamente al primo colpo ed in alcune occasioni è stato necessario un secondo riavvio per vederla funzionare correttamente. Una volta che tutto è pronto per la prima connessione si deve accedere alla rete Wi-Fi aperta creata dal dispositivo, il cui nome è qualcosa di simile a "LaCie Fuel 1234":

laciefuel-1-rete

A questo punto si scarica l'app gratuita Seagate Media e il disco wireless viene immediatamente riconosciuto al suo interno. Una veloce guida ci consentirà di comprendere il funzionamento del dispositivo e alla fine ci verrà suggerito di agganciare il LaCie Fuel ad una rete Wi-Fi preesistente. Questo passaggio è fondamentale per due motivi: in primo luogo ci consente di utilizzare internet anche quando siamo collegati alla rete wireless del dispositivo, ma, soprattutto, ci permette di accedere ai suoi contenuti anche se siamo agganciati alla nostra rete Wi-Fi. Grazie a questo passaggio nelle accensioni successive non dovremo più collegarci alla rete del Fuel e potremo identificarlo anche all'interno della nostra. Da segnalare che non supporta la banda da 5GHz, per cui se abbiamo una base AirPort dual band potremo collegarci solo alla rete sui 2,4GHz.

laciefuel-2-internet

Un'altra possibilità proposta dalla configurazione iniziale è quella di connetterci al nostro account DropBox. Nei passaggi successivi potremo decidere quali cartelle sincronizzare e queste verranno automaticamente scaricate nella memoria interna del dispositivo. Personalmente non ho adoperato questa soluzione per non trovarmi con molti file doppi, ma è una possibilità in più che è giusto segnalare per chi posiziona i propri file nell'account DropBox.

laciefuel-3-dropbox

Dal menu posto in alto a destra possiamo verificare la riproduzione musicale in corso (che rimane in background anche con l'app chiusa), il numero di utenti a disposizione (ne supporta fino a 5 contemporanei), il livello della batteria ed accedere alle impostazioni.

laciefuel-4-impostazioni

Tra le varie impostazioni ci sarebbe la possibilità di configurare un accesso remoto, ma purtroppo questa possibilità è riservata solo ai dispositivi Seagate Central che forniscono un account per l'accesso fuori casa e non funziona con il LaCie Fuel.

laciefuel-5-impostazioni

I contenuti vengono automaticamente suddivisi in Video, Foto, Musica e Documenti. Questi ultimi vengono visualizzati in lista mentre tutti gli altri con icone/anteprime di forma rettangolare. Collegando il dispositivo al computer via USB 3.0 ci troviamo con una serie omonima di cartelle, nelle quali poter inserire i nostri file. Per quanto riguarda i documenti ho provato a mettere pdf, file di Office e di iWork. I primi due vengono riconosciuti ed elencati, mentre quelli di iWork sono stati completamente ignorati (e questo è un peccato).

laciefuel-6-documenti

L'app non ha all'interno nessun tipo di visualizzatore/editor, per cui cliccando su un documento ci viene fornita la possibilità di condividerlo o aprirlo all'interno di un'app correlata, con il classico menu popover predefinito di iOS.

laciefuel-7-documenti

Per quanto riguarda la musica i file sono leggibili anche per artista o per album e si vedono le copertine se presenti nei tag del file. La riproduzione parte immediatamente e non ci sono tempi di buffer importanti da segnalare, inoltre il brano rimane in esecuzione in background anche se passiamo ad un'altra sezione o chiudiamo l'app. Per i filmati si riparte con le note dolenti, perché anche su questa sezione non c'è un visualizzatore integrato nell'app ma ci si appoggia alle funzioni del sistema. Questo vuol dire che non ho potuto leggere mkv o xvid ma solo i file codificati con h.264, in pratica quelli che possiamo leggere anche su iTunes. La riproduzione è rapida, con un minimo di buffer iniziale, e ci è consentito anche passare avanti rapidamente senza attese. Per quanto riguarda la qualità si notano degli artefatti dovuti alla compressione ma generalmente i risultati sono più che accettabili per un dispositivo wireless.

laciefuel-8-film

La batteria integrata ha una durata dichiarata di 10h, ma chiaramente la sua autonomia dipende dall'uso che ne facciamo. Io ho provato a riprodurre contenuti per 7h ed avevo ancora un residuo di batteria del 24%, per cui è possibile raggiungere almeno le 9h senza troppe difficoltà. Per la ricarica si utilizza sempre il cavo USB a cui si collega il piccolo alimentatore in dotazione. La luce LED è arancione durante la ricarica e diventa verde quando si raggiunge il 100%.

laciefuel-ipadmini

Conclusioni

È già il secondo prodotto del genere che proviamo. Il primo è stato il SanDisk Wireless Flash Drive (recensione) che si basa su memoria allo stato solido di piccolo taglio. Il vantaggio del LaCie Fuel è principalmente quello di possedere molto più spazio di archiviazione grazie all'HDD integrato nel taglio da 1TB o 2TB. Chiaramente si perde in termini di portabilità, essendo più voluminoso, ma autonomia e capacità sono dei punti a suo favore. Gli aspetti negativi però ci sono e risiedono principalmente nelle sue capacità di streaming. Essere limitati alla tipologia di file leggibili nativamente dal sistema è un duro prezzo da pagare, specie per i video dove non sono supportati neanche i sottotitoli in .srt. Da segnalare che sarebbe possibile utilizzare la connessione via Samba per accedere ai contenuti anche con app di terze parti, ma l'operazione non è semplicissima e non rientra nell'utilizzo standard del dispositivo, che ci si aspetta di poter sfruttare al meglio con l'app in dotazione. Il prezzo del LaCie Fuel nel taglio da 1TB è di 199€, potenzialmente valido se si potesse accedere effettivamente a tutti i contenuti, compresi quelli di iWork che vengono purtroppo ignorati dall'app in dotazione. L'idea ci è piaciuta ma è sicuramente da migliorare per ottenere un buon voto, per il momento gli assegniamo 3 stelle e mezzo.