Non vanta certo le stesse cure prioritarie della versione per Android, Chrome su iOS, soprattutto per la restrizione sul motore di rendering utilizzabile (WebView, su cui si appoggiano le apps di terze parti, è basato su una vecchia versione di WebKit, lasciando il meglio a Safari; le cose cambieranno con iOS 8, che ora li ha portati a pari), ma ciò non significa che Google voglia tenerlo indietro. Ed ecco che, a quasi due mesi di distanza dal robottino verde, anche qui vengono supportati i dispositivi "Cast".

chromeios

Naturalmente, il primo della lista tra i supportati è il Chromecast; gli altri saranno soprattutto i prodotti basati su Android TV, alcuni già arrivati sotto forma di dev kit al Google I/O 2014, molti previsti in commercio per l'autunno. Tale integrazione non è però condizione necessaria e sufficiente a far sì che si possa trasmettere senza fili contenuti da iPhone/iPad a Chromecast: occorre pure il supporto da parte dei singoli siti web, a cura dei loro sviluppatori. Il resto è costituito da un'icona leggermente ritoccata e bugfix non meglio precisati.

L'aggiornamento è disponibile dall'apposita sezione dell'App Store, compatibile con tutti i dispositivi Apple dotati di una versione di iOS pari o superiore alla 6.0.