Non tutti gli aggiornamenti Apple vengono rilasciati tramite gli Store. Pur non ottenendo lo stesso risalto dedicato ai software più tradizionali, le web apps di iCloud ricevono periodicamente nuove funzionalità. La prima a trarre benefici è stata Foto, guadagnando una funzionalità molto utile. A dire il vero è qualcosa che gli utenti della versione Beta del servizio hanno già visto: la possibilità di caricare immagini nella propria libreria direttamente da browser. Ora tale possibilità è stata offerta anche sul ramo pubblico, quello comunemente accessibile da www.icloud.com.

carica-foto

Un'aggiunta gradita per un'app che nel corso del tempo si arricchirà ulteriormente, svolgendo al meglio il suo compito di complemento a Foto per iOS e alla futura versione per Mac. Ma gli interventi non sono finiti qui: anche iWork per iCloud è stato aggiornato. In tutte le tre componenti, Pages, Numbers e Keynote, è stato aggiunto il supporto a 6 lingue: cinese semplificato, francese, giapponese, portoghese variante brasiliana, spagnolo, tedesco. Purtroppo per noi italiani tocca ancora aspettare. Solo per Pages inoltre sono supportati anche arabo ed ebraico. Altra funzionalità esclusiva dell'elaboratore di testi è la possibilità di annullare l'eliminazione di interruzioni di sezione. Le altre caratteristiche sono invece condivise, come 50 nuovi font, l'opzione per rinominare un documento direttamente all'interno della modalità di modifica, lo spostamento e il ridimensionamento della legenda nei grafici e infine il trascinamento degli spicchi che compongono un grafico a torta.

Nonostante gli aggiornamenti è bene tenere presente che tutte le web apps descritte rimangono in Beta, anche utilizzando la versione regolare di iCloud. Chi utilizza beta.icloud.com potrebbe vedere nel corso del tempo altre novità in anteprima, costituendo così quella che possiamo definire la Beta della Beta. Ci auguriamo che Apple prosegua con decisione in questo processo di maturazione per far presa efficacemente in un settore dove la completezza dei servizi è tutto e la competizione è tanta.