Il primissimo MacBook Air era un progetto ancora acerbo, che portava in sé il seme di una innovazione per la quale l'hardware non era ancora effettivamente pronto. Gli anni successivi hanno visto la nascita di processori mobile molto più potenti e l'affermarsi delle memorie allo stato solido, andando finalmente a chiudere il cerchio. Pur essendo i MacBook Pro Retina molto allettanti, probabilmente gli Air sono oggi più maturi ed offrono qualcosa in più in termini di mobilità per la durata della batteria e la leggerezza. Le prestazioni possono essere inferiori, ma sono ancora meglio ottimizzati: riscaldano e consumano e di meno pur offrendo una velocità operativa di tutto rispetto. Questa linea di computer è stata così apprezzata da ridefinire un intero mercato, quello degli ultra-portatili. Negli ultimi anni sono usciti letteralmente decine di computer che ne hanno ripreso stile e caratteristiche tecniche, ma nessuno è mai riuscito a superare i MacBook Air, che rimangono un punto di riferimento per tutto il settore. A sfidare questo primato ci ha provato anche Dell con la linea XPS, ma fino ad ora non ha avuto molto successo. Visto per la prima volta al CES 2015 il nuovo XPS 13" potrebbe invece avere le carte giuste per mettere in crisi la supremazia di Apple nel settore degli ultra-portatili; sempre che, ovviamente, si gradisca il sistema operativo di Microsoft.

dell-xps-13

Anche gli amanti del mondo Mac non hanno potuto che apprezzare il suo design, che pur non avendo uno stile particolarmente unico (la forma a cuneo ricorda sempre gli Air) possiede il primo vero display edge-to-edge del mercato, che Dell chiama Infinity. In pratica le cornici dello schermo sono davvero sottilissime, tant'è che la fotocamera frontale è stata spostata nell'angolo in basso a sinistra. Grazie a questo espediente il case occupa quanto quello di un Air da 11" pur avendo un display da 13,3", un vero asso nella manica per chi è molto attento alla portabilità. In queste settimane diverse testate di settore lo stanno provando e da tutte quante emergono risultati estremamente positivi. Il nuovo Dell XPS 13" è costruito benissimo e con materiali pregiati, è leggero e compatto, ha una batteria dalla lunga durata, una tastiera comoda ed un trackpad decente, inoltre dispone di numerose opzioni di configurazione per soddisfare ogni esigenza. In alcuni mercati, come quello USA, esistono delle varianti economiche con CPU Core i3, solo 4GB di RAM e schermo FullHD, con prezzi compresi tra $800 e $1000, mentre in Italia le configurazioni partono più in alto. Infatti l'XPS 13" non si può considerare economico, perché la versione base da noi costa 1.349€, ma offre una CPU Intel Core i5 da 2,2GHz, 8GB di RAM, 256GB di SSD e grafica Intel HD 5500 con schermo QHD+ da 3200 x 1800 pixel. Dalle diverse recensioni che ho letto (Anandtech, Arstechnica, Engadget) l'unico aspetto negativo emerso oltre il prezzo è il posizionamento della webcam, che offre una visione non proprio comoda con una prospettiva dal basso decisamente inusuale. Che sia giunta l'ora di un rivale davvero superiore al MacBook Air?