Secondo quanto riportato da The Verge, Google starebbe per dividere determinati servizi inclusi in Google+. Infatti, Bradley Horowitz, dirigente della società di Mountain View, ha dichiarato in un post che sta utilizzando Google Photos e Streams. Due servizi già inclusi in Google+ ma che ora diventeranno dei servizi stand-alone, al fine di evitare di subire le conseguenze della crisi che investe il social network.

google-plus-photo-stream

Alcune settimane fa abbiamo riportato la notizia dell'acquisizione, da parte di Google, dell'app Odysee, specializzata in backup privati di foto e video. Il fine ipotizzato dell'acquisizione era proprio quello di creare un servizio foto indipendente da Google+, ora l'intento è confermato.
Per adesso non ci sono notizie in merito alla sorte del servizio Hangouts, tuttavia Sundar Pichai, vice-presidente dell'area prodotti di Google, ha dichiarato in un'intervista a Forbes la settimana scorsa che si ha l'intento di dividere Google+ in tre aree: comunicazioni, foto e Stream. Quindi nel disegno di indipendenza dovrebbe essere incluso anche il servizio di messaggistica, videochiamate e streaming.