Quella sui pagamenti da dispositivi mobili è ormai diventata una partita combattuta, anche se, per ora, a sfidarsi sono solo in tre: Apple, Google e Samsung. Proprio ieri l'azienda coreana, sul campo neutro del Mobile World Congress di Barcellona, ha presentato Samsung Pay, il suo sistema di pagamento da smartphone che andrà a contrastare Apple Pay e il futuro Android Pay, su cui Google ha detto di essere al lavoro. A meno di 24 ore dalla presentazione della società di Seul, però, anche Paypal ha deciso di alzarsi dalla panchina ed entrare in campo. Il colosso dei pagamenti online ha, infatti, presentato un nuovo lettore di carte Paypal Here con NFC e ha annunciato l’acquisizione della società Paydiant.

Paypal

La nuova piattaforma permetterà di effettuare pagamenti via Chip, Pin e contactless, sia con carte di credito che con smartphone. Il nuovo prodotto è infatti in grado di collegarsi via Bluetooth a dispositivi sia Android sia iOS i quali, attraverso l'app Paypal Here, saranno in grado di completare le transazioni in tutta sicurezza; con solo l’aggiunta di una "piccola tassa" per operazione (che negli Stati Uniti sarà del 2,7%). Il lettore sarà lanciato in Australia e nel Regno Unito entro questa estate, mentre gli utenti degli Stati Uniti dovranno attendere la fine dell'anno. Nulla invece si sa sull'arrivo del dispositivo in Italia.

Paypal non vuole dunque rimanere con le mani in mano e, per contrastare la concorrenza, Dan Shulman, presidente della società, ha annunciato l'acquisizione di Paydiant, una startup specializzata in pagamenti mobili e in programmi fedeltà. L’acquisto comporterà una spesa di ben 280 milioni di dollari e dovrebbe essere completato, come riferisce Repubblica, entro aprile.