Con una mossa decisamente a sorpresa, Nintendo esce dalla trincea e annuncia la propria volontà di iniziare a produrre videogiochi per le piattaforme iOS e Android con protagonisti i fratelli Mario, i personaggi del mondo di Hyrule e di tutti le altre saghe e franchise.

SI_GenericNintendo

La grande N, quindi, ha deciso di corteggiare i casual gamer proponendo loro delle nuove IP che saranno sviluppate dalla software house giapponese DeNA che, in quest'ottica, non potrà convertire i grandi titoli del passato (come, ad esempio, The Legend of Zelda: Ocarina of time o Super Mario RPG), ma dovrà sviluppare esclusivamente nuove IP senza fornire, quindi, una vera e propria esperienza premium: Nintendo, infatti, vuol riservare agli acquirenti delle proprie console il maggior divertimento e coinvolgimento possibile. Dunque, DeNA potrà sviluppare puzzle game, endless run e altri platform più leggeri ed immediati.

Del resto, Nintendo è la regina incontrastata del mobile gaming per i giocatori più smaliziati col il suo 3DS (in tutte le sue declinazioni) che, ad oggi, è la console mobile più venduta al mondo, con buona pace di PlayStation Vita (sulla quale, però, è possibile trovare diversi titoli indie molto interessanti): pubblicare titoli tripla A su iOS e Android potrebbe significare una sensibile diminuzione delle vendite della console (che, v'è da dire, non è mai stata presa più di tanto in considerazione dai giocatori da smartphone).

L'investimento di Nintendo nel mobile gaming su cellulare, inoltre, non si esaurirà con lo sviluppo di titoli dedicati, ma anche con la creazione di un servizio cross-platform in arrivo per questo autunno che avrà il compito di connettere fra loro i giocatori su PC, console proprietarie, dispositivi iOS e Android.