Nei giorni scorsi erano circolate diverse indiscrezioni circa la capacità di storage di Apple Watch, ma solo oggi giunge al blog 9to5Mac la conferma ufficiale da parte di Cupertino sulla disponibilità di 8Gb di memoria flash.

0910_apple-iwatch_2000x1125-1940x1091

Non tutta la memoria, però, potrà essere utilizzata per immagazzinare musica visto che Watch OS dedicherà solo 2Gb per le canzoni (la cui sincronizzazione potrà essere gestita dall'app Watch su iPhone) e 75Mb per lo storage delle foto. I restanti 6Gb, invece, saranno dedicati all'installazione delle Glances e delle estensioni delle app, nonché ai file di cache necessari per il loro funzionamento.

Nel prossimo futuro, quando Apple renderà pubblico l'SDK dedicato ad Apple Watch, potranno essere installate anche app native: il design minimalista ed essenziale delle app le renderà particolarmente leggere e, quindi, la mancanza di spazio non dovrebbe mai avvertirsi.

Per quel che riguarda la batteria, invece, Apple conferma le 18 ore di autonomia, permettendoci di usare il dispositivo per un'intera giornata con un uso misto di app e altre funzioni, quali la conversazione in vivavoce, smentendo i rumor sulla sua scarsa durata.

Su una pagina del suo sito internet dedicata proprio all'efficienza energetica del suo smartwatch, Apple svela i risultati dei test condotti in laboratorio (su un modello in pre-produzione da 38mm durante il mese marzo 2015) che garantiscono 3 ore di conversazione, 6.5 ore di riproduzione musicale, 7 ore di monitoraggio continuo dell'attività fisica con il rilevatore di battito cardiaco sempre acceso e 48 ore di solo controllo dell'orario (con 4 controlli all'ora).

Inoltre, nel caso di batteria quasi scarica, Apple Watch avvierà una speciale modalità di risparmio energetico potrà essere utilizzato solo per consultare l'orario e avrà una autonomia di ben 72 ore.

I tempi di ricarica, invece, sono abbastanza lunghi: in un'ora e mezzo si ricaricherà l'80% delle batteria, in due ore e mezzo il 100%.

Peraltro, è Apple stessa a dichiarare che il modello da 42mm ha una batteria di maggior durata: le dimensioni più grandi della cassa, infatti, permettono l'installazione di una batteria di maggior capacità.

Infine, secondo quanto riportato da TechCrunch, sarà possibile sostituire la batteria di Apple Watch ricorrendo all'assistenza della casa madre. Ovviamente, nel caso di normale usura, l'operazione sarà a pagamento, ma quanto meno garantirà una maggior durata del dispositivo nel corso degli anni.