Più volte abbiamo discusso del fatto che i prodotti Apple sono diventati sempre meno "segreti", visti i numerosi leak di informazioni ed immagini che li hanno anticipati anche di diversi mesi. Tuttavia nel caso dell'Apple Watch, ad esempio, sono riusciti a mantenere il mistero fino alla fine. Il motivo è presto detto: fin tanto che il progetto e i prototipi rimangono confinati a Cupertino è molto più facile controllare il ristretto circolo di persone che vi hanno accesso. Appena si comincia con la produzione di massa si perde questo privilegio e qualsiasi operaio alla catena di montaggio può riuscire a fotografare un componente, per vendere l'immagine alle testate giornalistiche e ricavarne qualche dollaro. Tuttavia rimandare l'inizio della produzione causa un inevitabile ritardo della disponibilità rispetto all'annuncio, cosa che infatti si è verificata con Apple Watch.

L'anno scorso di questi tempi avevamo già visto molti elementi della scocca di iPhone 6 e si parlava del modello Plus. Riguardo i futuri modelli attesi per settembre, invece, si è visto molto poco fino ad ora. È possibile prevedere che si chiameranno 6s e 6s Plus, ed anche sull'aspetto non dovrebbero esserci sorprese se Apple continuerà con la logica del semplice miglioramento hardware l'anno successivo al prodotto con un nuovo design. Tuttavia sono solo speculazioni, così come quelle che ipotizzano il ritorno di un modello da 4".

iphone-6-rose-gold

KGI Securities, nota per le numerose anticipazioni a firma di Ming-Chi Kuo, ha pubblicato un nuovo report con una serie di previsioni riguardo i futuri iPhone. Secondo l'articolo, riportato da PhoneArena, non ci sarà la variante più piccola da 4" e si manterranno gli schermi da 4,7" e 5,5" di iPhone 6 e 6 Plus. I nuovi modelli avranno però il più prestante chip A9 con 2GB di memoria RAM LPDDR4. Altra novità importante risiederà nella fotocamera, la quale migliorerà nella prestazioni e supererà il limite di 8MP (presente fin da iPhone 4s) salendo fino a 12MP. Grazie all'esperienza maturata con Apple Watch si potrebbe impiegare la lega d'alluminio Serie 7000, che migliorerebbe la resistenza strutturale riducendo anche la possibilità di piegarsi (leggasi #bendgate), e il display potrebbe guadagnare il Force Touch, così da riconoscere i diversi livelli di pressione (utilizzabili sia nell'interfaccia di iOS che nelle app di grafica). Infine KGI Securities prevede un miglioramento della prestazioni del TouchID e, forse, la presenza del vetro zaffiro (su quest'ultimo aspetto nutro più di qualche dubbio). La produzione di iPhone 6s e 6s Plus dovrebbe iniziare ad agosto e in quel periodo inizieranno inevitabilmente anche leak. Vedremo così se le previsioni di KGI si riveleranno esatte, tra cui anche quella dell'introduzione di una nuova colorazione Rose Gold direttamente derivata da quello di Apple Watch Edition.