Arrivano i primi frutti delle acquisizioni effettuate quest'anno da Apple, alcune di esse sempre nel settore dell'audio e della musica a seguire il filone di Beats. Il collegamento in questo caso è a febbraio, quando vennero alla luce i dettagli dell'operazione che ha portato alla corte di Tim Cook la britannica Camel Audio, autrice del sintetizzatore Alchemy. Dopo un assaggio delle capacità nell'aggiornamento di GarageBand avvenuto a giugno, oggi il prodotto precedentemente separato trova la sua casa in Logic Pro X con la disponibilità della versione 10.2.

logicproxalchemy

Alchemy è uno strumento piuttosto ricco in grado di offrire all'utente la possibilità di modificare in base alle proprie esigenze suoni provenienti dalla libreria di oltre 3.000 campioni oppure generarne di nuovi. Questi interventi possono essere fatti tanto attraverso controlli come il Transform Pad che permette di scegliere tra 8 variazioni base per il campione audio quanto quelli più fini proposti dalle manopole digitali e da altri elementi di input. Si possono applicare fino a 4 motori di sintesi in contemporanea nonché applicare filtri e modulazioni che secondo Apple rendono le modifiche effettuabili virtualmente illimitate. Non mancano funzionalità di arpeggio ed equalizzazione. I suoni sono catalogati per parole chiave e preferenze personali, messi a disposizione per il rapido ritrovamento tramite il browser integrato.

Il nuovo sintetizzatore, oltre ad essere presente in Logic Pro X 10.2, è stato integrato pure nell'app accessoria MainStage 3.2. Altri aggiornamenti comprendono il supporto al trackpad Force Touch delle nuove generazioni di MacBook e la condivisione sul proprio profilo Connect di Apple Music delle tracce create. Gli aggiornamenti rilasciati sono gratuiti per tutti coloro che hanno già acquistato le applicazioni in precedenza, mentre i nuovi utenti troveranno tutte le novità già integrate nei pacchetti completi di installazione.