Il prossimo 1 settembre Flash subirà un ennesimo duro colpo: Chrome, il browser di Google, non riprodurrà più automaticamente i banner pubblicitari in Flash. La decisione è stata presa dagli sviluppatori per preservare le prestazioni del browser, anche alla luce delle nuove linee guide di Adwords: difatti, gli inserzionisti non possono più caricare annunci in Flash e, tutti quelli esistenti, sono stati convertiti in HTML5. Del resto, anche YouTube (sempre di proprietà di Google) riproduce di default i video nel nuovo standard che, finalmente, si è affermato sul vetusto Flash. Ricordiamo che spesso i contenuti in Flash sono utilizzati per creare exploit per accedere ai computer, proprio come è accaduto nel caso Hacking Team. L'esecuzione automatica di Flash è già bloccata di default per chi prova Chrome dal canale beta, ma sarà attiva gradualmente per tutti dalla prossima settimana.

adobe-flash-01_story