Una fonte della testata di San Francisco Hoodline (via 9to5mac), riporta che Apple potrebbe tenere l'evento di presentazione dei nuovi iPhone 6s – e magari della nuova Apple TV – in una location particolare: il Bill Graham Civic Center di San Francisco. Un luogo insolito per la Apple degli ultimi anni, ma che vide Steve Jobs e Steve Wozniak presentare al mondo l'Apple II nel lontano 1977. Anche in quest'occasione potremmo quindi assistere ad una citazione del proprio passato, così come è accaduto nell'evento di lancio di iPhone 6 – e presentazione di Apple Watch – tenutosi al Flint Center, teatro del primo Mac nel 1984 e dell'iMac nel 1988.

Il documento di pianificazione indica che una società ha prenotato la location dal 4 al 9 settembre. Per il momento nessuna compagnia ha pubblicizzato o confermato la prenotazione e il periodo comprende la possibile data dell'evento Apple. Proprio la segretezza e le tempistiche fanno pensare ad un coinvolgimento della casa di Cupertino. Inoltre sono confermati alcuni blocchi stradali nei dintorni del Bill Graham proprio tra l'8 e il 10 settembre. Di norma tali chiusure vengono effettuate per poter utilizzare le strade come area di sosta per troupe o attrezzature nel corso di eventi. La capienza del Bill Graham Civic Center è di 7.000 posti, una capacità importante se si considera che quella del Flint Center è di circa 2.500. Nel caso in cui tale location fosse confermata, le aspettative sull'evento potrebbero esponenzialmente aumentare.

motionios9awx

Nel frattempo il solito Mark Gurman di 9t05mac ha anticipato una novità dei nuovi iPhone 6s. Non si tratta di specifiche hardware, su cui si è già discusso ampiamente, ma di una caratteristica della UI. Nelle ultime beta di iOS 9 sono stati aggiunti dei nuovi wallpaper che, secondo Gurman, sugli iPhone 6s saranno animati. Non si tratta di una novità assoluta, abbiamo già da tempo gli sfondi dinamici con le bolle, ma in questo caso si tratterebbe di animazioni ben più complesse e di effetto, esattamente come quelle del fiore o della medusa che troviamo su Apple Watch. Proprio l'ottimo effetto visivo sullo smartwatch sarà stato lo stimolo per realizzare qualcosa di analogo sui nuovi iPhone, ma a quanto pare la caratteristica non sarà compatibile con i precedenti e sarà esclusiva dei 6s.