quicktype

Quando Apple presentò iOS 9 alla WWDC 2015, ci parlò della nuova tastiera QuickType per iPad, con alcune scorciatoie aggiuntive (tipo copia e incolla) e la funzionalità trackpad, ovvero la possibilità di muovere il cursore con due dita. Una cosa simile avevano già tentato di farla alcune app, come WriteUp, ma averla nativa è certamente più comodo perché si può utilizzare in tutto il sistema. La cosa curiosa è che, nella prima beta di iOS 9, la funzione di trascinamento a due dita era presente anche su iPhone (io ho provato con il 6 Plus). Funzionava discretamente bene per essere una prima beta, anche se non era ancora perfetta ed aveva il difetto estetico di far vedere le lettere che "si sollevavano" (come se le avessimo premute) all'inizio del trascinamento. Purtroppo nelle successive build Apple non ha lavorato per affinarne il funzionamento, ma, al contrario, ha rimosso l'opzione da iOS 9 su iPhone (e non è presente neanche nell'ultima GM). Nella pagina descrittiva del 3D Touch per iPhone 6s, però, notiamo che la modalità trackpad per la tastiera è stata reintrodotta in forma diversa, ovvero sfruttando il riconoscimento della pressione di cui sono dotati i nuovi smartphone. Invece di usare due dita, basterà premere più a fondo con uno solo per poter muovere il cursore nei campi di testo. Sicuramente è una implementazione più pratica, tuttavia sembra una di quelle tante situazioni in cui Apple preclude ai modelli precedenti una funzione solo per rendere più appetibili i nuovi.

tastiera-trackpad-iphone-6s