Spesso nella scelta di smartphone o tablet ci si lascia “distrarre” dalle prestazioni che il processore è capace di offrire, dalla quantità di GB a disposizione, dal numero dei MP della fotocamera o dalle dimensioni del display, trascurando, il più delle volte, la capacità e l’autonomia della batteria, vero neo di molti tra i device di ultima generazione. L’impegno profuso dalle case produttrici nel crearne di sempre più sottili e leggeri, mal si sposa con la necessità dei fruitori finali di stare più tempo possibile lontani da una presa di corrente. Del resto, chi non vorrebbe avere a disposizione una potente fuoriserie; ma quanti chilometri saremmo in grado di fare con un serbatoio piccolo? Riuscire a trovare un giusto compromesso è la cosa più difficile.

Se la batteria dello smartphone non arriva a sera, la soluzione più pratica è quella delle batterie esterne, che ormai si trovano dovunque. A chi non è capitato di vederle appese tra i braccialetti colorati ed i racchettoni da spiaggia all’interno dei caratteristici espositori in legno dei venditori ambulanti? Ce ne sono di ogni tipologia e prezzo, visto anche il fiorente mercato, e di recente ne abbiamo testata una piccolissima, con un design molto curato, cavi di ricarica a scomparsa e funzionalità molto evolute. Tuttavia la Powerstation Plus di Mophie cui mi riferisco, ha una capacità minima a fronte di un costo piuttosto elevato. Il modello di Aukey che vedremo oggi si pone in totale contrasto, offrendo una batteria molto capiente ad un prezzo particolarmente contenuto, ma tralasciando fattori come design, portabilità e funzioni.

Vi anticipo fin da subito che, alla fine della recensione, suggerirò un modello nuovo della stessa marca, che mantiene la stessa capacità ma è più piccolo e leggero.

aukey-pbn27-intro

Dal design essenziale, si presenta come una scatola di plastica nera satinata a forma di parallelepipedo, che misura 165 x 73 x 16 mm e pesa 285 grammi. In dotazione c’è il cavo microUSB/USB per ricaricarla ma manca, come da tradizione, l’alimentatore. Non si può certo dire che peso e dimensioni siano trascurabili, infatti non è una batteria che si può trasportare in tasca, ma è il prezzo da pagare per un amperaggio tanto elevato.

aukey-pbn27-porte

Frontalmente, su di un lato corto, sono presenti 2 porte USB per altrettanti dispositivi da ricaricare, 1 porta microUSB per alimentare la batteria ed 1 lampadina LED a luce fredda. Le due porte USB hanno un output complessivo di 5V/3.4A e sono in grado di alimentare contemporaneamente due dispositivi con amperaggio differente, grazie alla capacità di adattarsi automaticamente. Per intenderci, è possibile alimentare uno smartphone da 1A ed un tablet da 2.1A senza alcun problema. Naturalmente non bisogna necessariamente limitarsi a smartphone e tablet: qualsiasi dispositivo che si ricarichi via USB può essere collegato alla Aukey PB-N27.

aukey-pbn27-iphone-ipadmini

Il tasto di accensione, che premuto per circa due secondi accende e spegne la luce LED, ha la forma di un piccolo cerchietto bianco retroilluminato, dal diametro di 10mm, con sopra serigrafato il tipico simbolo power. Esso trova posto sulla faccia più grande del parallelepipedo insieme alla serigrafia che ne indica il modello, la capacità ed altre specifiche tecniche. Sulla faccia opposta è presente la serigrafia nero lucido del brand.

aukey-pbn27-tasto

Pur apprezzando la buona qualità dei materiali utilizzati e la facilità di utilizzo, non può certo passare inosservata la mancanza di un indicatore che segnali la quantità di carica residua. L’unico ausilio in questo senso è che il tasto di accensione si illumina di rosso mentre la batteria è collegata alla presa di corrente e diventa bianco al raggiungimento della carica completa. Con la batteria al 100% sono riuscito a ricaricare un iPad mini per 1 volta ed un iPhone 6 per 3, entrambi collegati con meno del 20% di autonomia residua, oltre all’elicottero telecomandato raffigurato in foto.

aukey-pbn27-elicottero

Un altro inconveniente riscontrato durante l’uso è che, oltre a mancare un indicatore di carica residua della batteria, non è neanche facile capire quando questa è in funzione. Infatti la retroilluminazione bianca del tasto power si attiva non appena mettiamo un dispositivo in carica, ma si spegne dopo pochi secondi. Da quel momento in poi dovremo controllare manualmente se sta ancora caricando o se ha raggiunto il 100% e non ci accorgeremo neanche se si dovesse scaricare la batteria stesssa. Insomma, in termini di usabilità non è certamente perfetta, ma difficilmente ne troverete un’altra con una capacità comparabile, prodotta da un marchio affidabile e posizionata nella stessa fascia di prezzo, che non abbia altrettante lacune.

aukey-pbn27-led

Conclusione

È facile capire i motivi che mi hanno fatto apprezzare questa batteria di Aukey, in modo particolare la grande capacità unita ad un prezzo particolarmente contenuto. Ha sicuramente delle mancanze ripetto a modelli più costosi, tuttavia, nella sua semplicità, si usa comodamente e consente la ricarica contemporanea di due dispositivi senza preoccuparsi della porta a cui li si collega. L’aggettivo “portatile” non le si addice, questo è innegabile, infatti per usarla fuori casa l’ho dovuta mettere nella borsa di mia moglie. Nella tasca dei pantaloni non ci entra affatto ed è anche scomoda e pesante all’interno di una giacca. Non voglio scoraggiare troppo coloro che sono alla ricerca di un powerbank potente, affidabile ed economico, ma la difficoltà di trasporto per un oggetto che nasce per essere usato in mobilità è certamente penalizzante. Per questo motivo le assegno un voto di poco superiore alla sufficienza (3,5 stelle), giustificato principalmente dal buon rapporto prezzo/capacità. La cosa importante, però, è che la Aukey PB-N27 non è più in vendita, in quanto sostituita dalla più recente PB-N28.

aukey-pbn27-vs-pbn28

L’ultima nata differisce per la posizione della porta microUSB (ora laterale) e per la retroilluminazione del marchio Aukey, che sostituisce quella sul tasto di accensione, ma, soprattutto, apporta un form factor molto più interessante: oltre ad essersi alleggerita di 40 grammi, infatti, ne è stato aumentato di 1mm lo spessore ma è stata ridotta notevolmente la superficie. Questa scelta ha consentito di ottenere una maggiore portabilità mantenendo le medesime caratteristiche positive del modello precedente. Insomma, la Aukey PB-N27 non era eccezionale, ma la PB-N28 sembrerebbe essere un vero best-buy con i suoi 26,99€ su Amazon spedizione inclusa.

PRO
+ Capacità elevata di 12000mAh (circa 10000mAh effettivi)
+ Buona qualità costruttiva
+ Affidabilità del marchio
+ Presenza di 2 porte USB OUT con uscita Max 3,4A autoadattabili
+ 
Ottimo mantenimento della carica
+ 
Capacità garantita nel tempo
+ 
Funzione torcia incorporata
+ Prezzo contenuto

CONTRO
- Dimensioni e peso eccessivi
- Mancanza di indicatori di carica e di funzionamento

DA CONSIDERARE
| Il neonato modello PB-N28 è molto più interessante