Uno dei motivi per cui Apple risulta apprezzata da tanti è anche il supporto che fornisce al cliente. Nella maggioranza dei casi in cui viene richiesto, supera per velocità e professionalità gli analoghi servizi forniti dalle rivali (ho scritto apposta "nella maggioranza" in quanto l'assistenza Apple, per quanto buona, non arriva comunque alla perfezione e i casi di insoddisfazione, seppur contenuti, sono ben espressi online ricercando in merito). Ci sono però varie situazioni che non per forza necessitano di arrivare a un appuntamento al Genius Bar o all'invio in riparazione per essere risolte; si pensi ad esempio al funzionamento irregolare di un dispositivo che non è causato da un problema hardware bensì da un'errata configurazione software. In questi casi una procedura guidata che aiuti a capire il problema e preveda tutti i passaggi da compiere per sistemarlo può essere ben più veloce per entrambe le parti, Apple e utente. Il sito uSwitch, in collaborazione col leaker Sonny Dickson, avrebbe a tal proposito rinvenuto un'app dedicata in preparazione.

appsupportoapple

Il funzionamento descritto appare piuttosto semplice: una volta aperta e richiesta assistenza, verrebbero posti alcuni quesiti per individuare l'area in cui si manifesta la problematica e valutare le possibili soluzioni. Se si trattasse di qualcosa che l'applicazione reputa risolvibile dall'utente stesso, si presenterebbero le guide passo-passo più appropriate direttamente dalla knowledge base centrale. Nel caso invece fosse una difficoltà che va oltre le capacità della gestione automatizzata, sarebbe proposto il contatto diretto col personale Apple o una visita presso lo Store fisico più vicino. Molto interessante il fatto che, collegata al proprio ID Apple, nella schermata iniziale ci si ritroverebbe ogni dispositivo ad esso associato. Ciò risulterebbe vantaggioso non solo in caso di supporto per Watch ma pure quando si dispone di due o più dispositivi della Mela, es. iPhone e iPad, di cui almeno uno perfettamente funzionante su cui visualizzare le procedure d'intervento.

appsupportovisualedevices

Il condizionale è d'obbligo, trattandosi di un rumor senza alcuna conferma ufficiale. Non vi sono ulteriori dettagli sulla data di rilascio e ancor più sulla forma. Potrebbe arrivare in un prossimo aggiornamento dell'app Apple Store, che già dispone di funzionalità di supporto per quanto molto limitate; non è da escludere però la disponibilità separata, il che aprirebbe anche all'ipotesi di un'inclusione futura in iOS; se non altro, forse almeno stavolta non sarebbe percepita da parte dell'utenza come l'ennesima inutilità non rimovibile.