Del nuovo Apple Campus 2 non ne abbiamo parlato granché fino ad ora. Sarà perché diamo una preferenza in un'ottica da utenti finali ai prodotti hardware e software dell'azienda. Sarà pure la lontananza che non ce lo fa sentire così importante dalle nostre parti. Tuttavia ignorarlo non fa nemmeno bene, l'ultimo articolo dedicatovi risale esattamente a un anno fa (da lì in poi sono seguite solo sporadiche menzioni). Si tratta di uno dei più grandi progetti della storia di Apple, dai costi miliardari e dal forte impatto sia architettonico sia ambientale nella città di Cupertino. Ancor più di tutto, lo si potrà definire forse come l'ultima one more thing di Steve Jobs, che curò la preparazione finché potette. Nel 2009 incaricò il celebre architetto Norman Foster di trasformare una visione in un progetto concreto, presentandolo due anni dopo al consiglio comunale di Cupertino nonostante fosse debilitato dalla malattia ormai a uno stadio terminale. La costruzione è partita negli ultimi mesi del 2013: quanto siamo lontani dal rendering sottostante?

apple-campus

Non tantissimo, se si considerano le ultime riprese tramite drone realizzate dal pilota Duncan Sinfield e ripubblicate da Macrumors. La struttura dell'edificio centrale ad anello (da alcuni soprannominato anche "nave spaziale" per via delle sue forme futuristiche) è quasi completata, i 4 piani previsti sono stati predisposti e rimangono da realizzare solo alcune sezioni che permetteranno l'unione finale; sul tetto procede l'installazione dei pannelli solari di cui si servirà il Campus per ottenere l'autosufficienza energetica da fonti inquinanti, mentre attualmente mancano ancora le vetrate curve che caratterizzeranno le due facciate interna ed esterna. Gli edifici secondari appaiono tenere il passo, coi parcheggi coperti ad avere i maggiori progressi, seguiti a ruota dal nuovo auditorium sotterraneo e dall'area di ricerca e sviluppo. Ovviamente non è possibile vedere una delle parti fondamentali del progetto, ovvero il verde, che arriverà nella fase finale una volta che le imprese edilizie coinvolte avranno sgomberato l'area da materiali e macchinari. Migliaia di alberi, nonché veri frutteti, attenderanno dipendenti e visitatori del Campus 2.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=7X7RCNGo9qA]

Se non vi saranno intoppi rilevanti, la tabella di marcia (via 9to5Mac) indica che il complesso potrebbe essere pronto per l'utilizzo entro la fine del prossimo anno; l'apertura non comporterà la conseguente cessazione delle strutture di Infinite Loop, che rimarranno operative seppur ovviamente con ridimensionata importanza. Non mancheremo nel frattempo di pubblicare qui su SaggiaMente ulteriori aggiornamenti sullo sviluppo con una maggiore frequenza rispetto a quella corrente.

tabellalavoriapplecampus2