Abbiamo letto pressoché di tutto sull'iPhone SE, incluse le ultime sul nome stesso. Insieme a Mark Gurman di 9to5Mac, tra coloro con la maggiore affidabilità nel campo dei rumor si ritrovano gli analisti di KGI, soprattutto Ming Chi-Kuo. Nelle nuove note agli investitori, riportate online da 9to5Mac, si affronta specificatamente il possibile posizionamento commerciale del prossimo iPhone da 4".

iPhone 5se

Nel report pubblicato ieri da Gurman si parlava di prezzi uguali al 5s: in KGI sono di simile avviso, seppur preferiscono per ora puntare su una forbice di prezzo in cui il nuovo dispositivo potrebbe collocarsi, ovvero tra i $400 e i $500 (il 5s sta esattamente in mezzo, a $450). Se ci si accontenta dei 4", grazie ai componenti quasi identici al 6s risulterebbe un iPhone dal prezzo di attacco interessante. Non manca spazio per una previsione lato hardware, ovvero il sensore fotografico da 12 Megapixel anch'esso mutuato dal 6s; questa è forse la maggiore divergenza rispetto a Gurman, che invece vede la condivisione di alcune tecnologie, come le Live Photos, ma su un sensore vicino per caratteristiche a quello dell'iPhone 6. Questione riconducibile a fonti diverse, che troverà soluzione durante l'evento del 22 marzo.

Un altro fattore di contrapposizione arriva riguardo il fato del 5s. Verrà ritirato dal mercato? Secondo Gurman, sì. Rimarrà in vendita? È quel che sostiene KGI. Si parla di una consistente riduzione di prezzo, vicina addirittura al 50%, che potrebbe collocarlo nella fascia tra i $200 e i $250. Ciò aprirebbe il mondo iPhone anche a utenti che, per rientrare nel budget a disposizione, solitamente puntano alle altre piattaforme oppure guardano nell'usato (a tal proposito ricordiamo il nostro SaggioUsato per trovare ottime occasioni all'interno della community di SaggiaMente). Ma sarebbe una mossa per tutti i mercati oppure solo per alcuni selezionati? Il sospetto ricade su quest'ultima opzione, dato che in paesi come l'India è prassi da diverso tempo vedere ancora disponibili vecchi iDevice che in Occidente sono fuoriusciti dalla gamma. Fino a pochi giorni fa lì si continuavano a vendere nuovi iPhone 4s e 5c. La permanenza locale del 5s a minor prezzo acquisirebbe dunque senso, aumentando la competitività di Apple in un'area densamente popolata ma con una disponibilità economica che rimarrà contenuta ancora per vari anni nonostante la continua crescita. C'è però un fattore che in ottica globale cambierebbe le carte in tavola, lo spettro di una flessione degli iPhone paventato negli ultimi risultati finanziari. Al fine di allontanarlo, in attesa dell'iPhone 7 o come si chiamerà, una continuazione temporanea del 5s anche dalle nostre parti sarebbe una buona opportunità per rimpolpare con pochi sforzi il quantitativo di unità vendute nei prossimi trimestri. Non ci resta che stare a guardare ancora per qualche settimana.