Apple ha annunciato i risultati fiscali del Q2 2016 ovvero quelli relativi alle vendite del primo trimestre dell’anno. Per la prima volta dal 2003 viene registrato un trimestre con ricavi in calo ($50,5 miliardi) rispetto allo stesso dell’anno precedente: la flessione è stata globalmente del 13% anno su anno, con un ribasso più marcato nel mercato asiatico (ad eccezione del Giappone, unico paese con segno positivo); l’Europa si comporta meglio del continente americano con una decrescita del 5% contro il 10% d’oltreoceano.

apple-q2-2016-data

Passando ad analizzare le categorie di prodotti vediamo una forte stagnazione nel mercato degli iPhone già prevista durante la call dei risultati del Q1 2016 (51 milioni di unità vendute) e iPad (10 milioni) con un affossamento nelle vendite rispettivamente del 16% e del 19% anno su anno; da sottolineare che questi risultati non includono le vendite di iPhone SE, lanciato sul mercato proprio sul finire del trimestre. In ambito Mac (4 milioni di unità vendute) il calo è del 12%. Passiamo alle note positive: cresce il settore dei servizi (include i profitti derivanti dalle vendite di App e altri contenuti multimediali ma anche Apple Pay, Apple Care) con un bel +20% di ricavi; ancora più forte la categoria “altri prodotti”, che contempla Apple Watch, Apple TV, iPod, accessori e prodotti a marchio Beats, con una crescita del 30% rispetto lo stesso trimestre dell’anno precedente; Luca Maestri (Chief Financial Officer) ci ha tenuto a specificare che quest’ultimo ottimo risultato deriva soprattutto dalle vendite di Apple Watch.

apple-q2-2016-torta-lungo

Altre interessanti considerazioni fatte da Tim Cook e Luca Maestri durante la conferenza, seguita in live blogging da MacRumors, riguardano il mercato della musica che, dopo un lungo declino, è finalmente giunto ad un'inversione di tendenza; gli utenti paganti di Apple Music attestati sono 13 milioni. Si è anche parlato della fedeltà dell'utenza Apple che tocca il 95% in ambito iPhone e, allo stesso tempo, della capacità dell'azienda di attrarre nuovi clienti, in particolare in ambito Mac dove la metà delle vendite deriva da switchers. Buone prospettive per quanto riguarda gli iPad: Apple prevede che il prossimo trimestre sarà il migliore Q3 degli ultimi due anni per questa categoria di prodotto. Globalmente i ricavi attesi per il Q3 2016 sono di $41-43 miliardi, ancora in calo rispetto lo stesso dell'anno precedente.