Alla conferenza Google I/O 2016, in corso in questi giorni, si susseguono le novità presentate da Mountain View sia per gli sviluppatori che per i propri utenti. Questi ultimi, infatti, potranno di che gioire di alcune funzionalità inedite e di riadattamenti di altre per i propri dispositivi Android. In quest'ultima categoria rientra proprio Android Auto, il sistema di car infotaiment di Big G rivale di CarPlay, di cui, finalmente, ogni utente del robottino verde potrà usufruire, senza la necessità di installare nella propria vettura costosi dispositivi.

android-auto-phone-google-io-2016verge-1.0

Infatti, a breve sarà disponibile in Google Play Store l'app stand-alone Android Auto (per dispositivi da Lollipop in su) che provvederà portare l'interfaccia dedicata alle macchine direttamente sul cellulare, semplificando la navigazione fra le funzioni più gettonate alla guida come le chiamate vocali, le navigazione tramite Mappe e la riproduzione musicale, con l'introduzione di pulsanti molto più grandi e facilmente raggiungibili. Quindi, inserendo il proprio telefono in un qualsiasi supporto per cruscotto o parabrezza e collegandolo all'impianto audio sia tramite Bluetooth (è anche possibile configurare l'avvio automatico di Android Auto all'accensione della macchina) che tramite un banalissimo cavo aux, si potrà guidare con molta più sicurezza. Infine, Android Auto supporta anche i comandi vocali tramite la pronuncia di "Ok Google". Calcolando che solitamente i sistemi di infotaiment per vetture hanno display da 7", chi ha un cellulare con schermo da 5.5" in su non dovrebbe notare molte differenze.

android-auto-phone-google-io-2016verge-5.0

La strada intrapresa da Google è decisamente interessante e, qualora siano messe a disposizione le stesse API per sviluppatori della controparte per sistemi esterni, possono aprirsi scenari interessanti. Chissà se anche Apple proporrà una soluzione simile in iOS 10, in occasione della prossima WWDC 2016 che si terrà tra meno di un mese.