Una delle richieste maggiormente sostenute dalla community Apple prima della WWDC 2016 e meno accolte dalla casa di Cupertino con iOS 10, è l’aggiunta di funzionalità che aumentino la produttività di iPad, soprattutto dopo il lancio dei due Pro da 9,7” e 12,9”. Tim Cook & C. gli hanno invece dedicato ben poca attenzione, limitandosi a specificare che le novità mostrate su iPhone sarebbero state disponibili anche sui tablet. Un esempio su tutti: non c’è stato il tanto atteso restyling della funzione Split View, soprattutto nella scelta delle app da affiancare sul display o quantomeno nell’aggiunta di una semplice ricerca.

La maggior attenzione riservata ad iPhone si nota anche utilizzando la prima beta del nuovo iOS, che risulta sicuramente più matura e stabile sullo smartphone rispetto alla versione per iPad (su iPad Pro 9,7” su cui sto provando beta 1, sono molto più frequenti i crash del dispositivo, errori e malfunzionamenti che su iPhone 6s). Le novità esclusive della versione per tablet del sistema operativo mobile di Cupertino si contano sulle dita della mano e tra queste figura la modalità Split View di Safari, a cui Apple ha riservato solo un accenno durante il keynote.

Split.view-safari-ios102

Fino ad oggi per poter gestire due pagine web contemporaneamente su iPad bisognava utilizzare un browser alternativo come Firefox o Chrome da affiancare, oppure affidarsi ad app come Sidefari che utilizza il Safari View Controller (funzionalità introdotta con iOS 9 che permette agli sviluppatori di inserire una versione “lite” di Safari all’interno delle proprie applicazioni). Entrambe le soluzioni sono però, per ovvie ragioni, limitative dal punto di vista di praticità e produttività. Con la nuova funzione introdotta con iOS 10 c'è la possibilità invece di avere due vere e proprie istanze di Safari, complete di tutte le funzionalità del browser Apple.

Split.view-safari-ios103

Una volta aperta l’app, abbiamo due strade per affiancare una nuova finestra a quella in uso. Possiamo, infatti, sia tenere premuto su di un link e selezionare l’opzione “Apri in modalità Split View” o “Apri a fianco” (se sono presenti già altre finestre a lato), che trascinare il titolo della scheda spostandolo su uno dei lati dello schermo in base alla posizione su cui desideriamo visionare la pagina.

Split.view-safari-ios105

A differenza di ciò che accade nella modalità Split View del sistema, con Safari non c’è la possibilità di spostare il divisore centrale per scegliere una visualizzazione a  1/3. Avendo a disposizione due istanze di Safari complete, possiamo quindi utilizzare in maniera autonoma le diverse funzionalità del browser.

Split.view-safari-ios104

Come per l'attivazione, anche per uscire dalla Split View abbiamo due strade: la prima consiste nel chiudere tutte le schede aperte su di una delle istanze; la seconda prevede lo spostamento di tutte le schede da una sola parte, utilizzando il trascinamento del titolo. Con un metodo che potrebbe anticipare futuri e auspicabili sviluppi nelle funzioni di interazione tra due app diverse affiancate.

Split.view-safari-ios106

Apple ha risposto quindi a Google, che nella Developer Preview di Android N ha già aggiunto la possibilità di richiamare sul display due istanze di Chrome. Nel complesso la modalità introdotta da Apple con iOS 10 lavora già splendidamente; nessun problema o incertezza anche con molti tab aperti e contenuti multimediali in riproduzione (naturalmente questi non sono fruibili contemporaneamente su entrambe le viste). Questa modalità ci regala solo un assaggio di tutte le potenzialità nascoste sotto al cofano dei tablet di Apple (in particolare dei Pro), facendoci ben sperare per il futuro ma, allo stesso tempo, rammaricare per la mancanza di importanza che Apple ha riservato alla variante tablet di iOS 10.