Samsung ha fatto centro con il Galaxy S7, lo abbiamo visto nella nostra recensione e lo dicono chiaramente anche gli ultimi risultati di vendita dell'azienda coreana. Dopo aver avuto S6 in versione Edge, ho preferito S7 "Flat", anche perché volevo il display da 5,1" e non da 5,5". A superare quest'ultimo in termini di diagonale ci ha pensato il nuovo Galaxy Note 7, la cui presentazione è terminata da qualche minuto tramite il tradizionale evento live Unpacked.

note-7

Le attese per questo dispositivo erano altissime, se ne parla ormai da diversi mesi e nelle ultime ore sono trapelate anche tante indiscrezioni ed immagini leak. Si presenta in tutto e per tutto come un S7 Edge, dispositivo che è stato evidentemente utilizzato come base di sviluppo. Non deve essere considerata una mossa strana alla fine dei conti, perché Samsung ha centrato una buona linea dall'anno scorso e sta giustamente riprendendo i medesimi caratteri distintivi di modello in modello. Tanto di più con il Note 7, nato per completare la famiglia S7 ed S7 Edge e sfidare il prossimo iPhone Plus (6SE o 7) che arriverà a settembre.

note-7-top

Oltre alla linee già note, l'elemento predominante è l'ampio display Quad HD da 5,7" con tecnologia Super AMOLED. Questo curva leggermente ai lati, sia sul fronte che sul retro (entrambi di Gorilla Glass 5), creando un effetto stondato molto gradevole, che enfatizza le ridotte cornici e lo rende un mix di S7 ed S7 Edge. Particolare attenzione è stata data alla resa in ambito video, con la nuova funzionalità HDR, simile a quella delle migliori TV di recente generazione. Le dimensioni sono in effetti piuttosto contenute in relazione allo schermo, con 153 x 74 x 7,9 mm di spessore ed un peso di 168 grammi. Una differenza del nuovo modello è l'adozione della USB-C, che era stata trascurata su S7 preferendole la tradizionale Micro USB, in modo da preservare la compatibilità con i precedenti accessori (visore VR incluso). La batteria è da 3500 mAh, capacità tutto sommato contenuta, ma che è la più elevata nella famiglia Note e dovrebbe farci arrivare tranquillamente a sera vista la buona resa dei 3000 mAh su S7. In caso di necessità si ha comunque a disposizione la ricarica rapida e quella wireless.

note-7-spen

Non manca la certificazione IP68, elemento che era stato molto gradito con S5 e il cui ritorno su S7 è stato molto ben visto dalla community dopo l'omissione della generazione S6. All'interno della scocca ci troviamo con Snapdragon 820 o Exynos 8890 a seconda dei mercati, andando quindi ad allinearsi con S7 invece che compiere il salto in avanti sulle varianti 821 e 8893, come alcuni rumor avevano ipotizzato. I GB di RAM sono 4 in tutte le versioni, mentre lo storage parte da generosi 64GB e prevede l'espandibilità con microSD fino a 256GB.

note-7-ip68

Anche lato fotocamera assistiamo ad una sostanziale parità con i suoi fratelli, avendo un modulo principale da 12MP con obiettivo stabilizzato ed apertura f/1,7 ed una frontale da 5MP (ricordiamo che qui i pixel sono più grandi per una migliore resa con poca luce). Fin qui si potrebbe etichettare come un S7 Edge con schermo maggiorato di 0,2", ma la differenza principale sta nella parola "Note". Abbiamo infatti una S Pen riprogettata con il continuo supporto di Wacom, per risultare più precisa e reattiva. Inoltre è anche lei certificata IP68, così da resistere ad acqua, polvere e graffi. Tutte le sue funzionalità sono state finalmente normalizzate ed integrate in una app unica dal nome Samsung Note.

note-7-iris-scanner

Su Galaxy Note 7 fa la sua comparsa anche un ulteriore affinamento della TouchWiz, che continua il suo progressivo cammino verso la velocità, la semplicità e l'eleganza. Una delle migliorie (se così vogliamo chiamarla) è il redesign di tutte le icone, che ora hanno la stessa forma e la medesima curvatura agli angoli. Altra novità introdotta è lo sfondo dinamico, che ha riflessi diversi a seconda dell'inclinazione. Pur essendo così simile ad S7 Edge, Il Note 7 punterà prevalentemente all'utenza business grazie alla S Pen, il vero elemento caratteristico della famiglia. Tra le novità più cool c'è sicuramente il nuovo Iris Scanner, in grado di consentirci un accesso ancora più sicuro e rapido al dispositivo, mentre non si sentiva la mancanza di un Samsung Cloud, che comunque si presenta con un discreto piano gratuito da 15GB. L'uscita è prevista per il 19 agosto (2 settembre in Italia), con un prezzo che in Italia dovrebbe essere di 879€. Quattro i colori disponibili: nero, argento e un nuovo azzurro.