L’evento speciale di oggi si è appena concluso e se la portata principale sono stati i nuovi MacBook Pro, un piccolo spazio è stato riservato ad Apple TV, con la presentazione della nuova app TV. Sì, sembra un gioco di parole, ma è semplicemente la funzione principale del set-top-box di Cupertino, ovvero quella di mostrare contenuti televisivi e cinematografici. L’app TV racchiude in unico ambiente tutti i nostri film e programmi preferiti a cui possiamo accedere purché presenti in uno dei servizi a cui siamo abbonati. Per carità, il tutto sembra funzionare bene: abbiamo la possibilità di trovare i nuovi episodi delle serie che stiamo seguendo, riprendere la visione di un programma interrotto ed accedere alle dirette televisive in grande semplicità.

apple-tv-tvapp

C’è un però, anzi ce ne sono molti. In primo luogo Apple TV venduta in Italia è castrata via software, mancando ancora la sua caratteristica principale, Siri. In secondo luogo l’app TV di cui stiamo parlando sarà disponibile a dicembre solo negli USA, e chissà quando potremmo beneficiarne noi. In ultimo sembrerebbe proprio mancare nel catalogo uno dei player principali del settore dello streaming video: Netflix. Durante il keynote è stata mostrata anche una simpatica demo dell’utilizzo di Twitter la cui timeline è visualizzabile sulla TV affiancata ai contenuti televisivi, permettendo anche l’interazione con essa e la discussione su quanto si sta guardando. Funzione carina, ma nulla che non potessimo già fare ora seduti sul divano con lo smartphone in mano, che alla fine si sa, è sempre acceso.