Il modello di business dello streaming musicale sta facendo scuola: a fronte di un canone mensile fisso si può godere di un vasto catalogo di brani che, se fossero acquistati singolarmente, graverebbero sul nostro portafogli più dell'importo dell'abbonamento. Lo stesso approccio è stato seguito da Netflix per le serie TV (e da tutti i servizi similari) e presto potremmo anche non acquistare la licenza d'uso dei programmi per macOS, ma scaricarli in base alle nostre esigenze.

schermata-2016-12-08-alle-20-24-56

MacPaw, la società che ha sviluppato software come Gemini e CleanMyMac, ha lanciato Setapp (via MacRumors), un servizio in abbonamento mensile che permetterà di accedere a tanti programmi senza doverli acquistare. Fra essi, troviamo gli ottimi Aeon Timeline, Alternote, Chronicle, CleanMyMac, GiFox, GoodTask, iMazing, iStatMenus, MoneyWiz, Hype, Ulysses e tanti altri ed altri ancora verranno aggiunti al catalogo. Il servizio è attualmente in beta chiusa ed è possibile richiedere un invito per provarlo dal sito ufficiale. Per tutto il periodo di test, Setapp sarà gratuito mentre, quando sarà lanciato pubblicamente, costerà $9.99 al mese.

Visto l'interessante catalogo e qualora la promessa di un catalogo ancora più corposo sia mantenuta, Setapp potrebbe diventare una alternativa davvero interessante all'acquisto di ogni singolo software, soprattutto se con lo stesso account sarà consentito di installare le app su più macchine.